Il Tirreno

Versilia

i conti del comune 

Incidenti, 400mila euro per risarcire i cittadini

Cesare Bonifazi

È il calcolo fatto sugli indennizzi negli ultimi dieci anni per i sinistri in strada Dalle Luche: «Velocizzati gli interventi sull’asfalto, all’opera in due giorni»

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Cesare Bonifazi

Camaiore. Sono esattamente 409.267,18 euro i soldi che il Comune di Camaiore ha pagato negli ultimi dieci anni di amministrazione a causa dei risarcimenti dei sinistri in strada. Si tratta per minima parte di condanne davanti al giudice e per la maggior parte per transazioni e conciliazioni a seguito di richieste da parte degli automobilisti, dei ciclisti o dei pedoni che hanno voluto denaro in seguito ad alcuni incidenti nel territorio.

Se questo dato può far pensare che le vie di Camaiore siano un colabrodo, in realtà c’è da rilevare anche che il dato del 2019 è il più basso da quando si è insediata l’amministrazione: 22.218 euro, dato che poi è salito di poco nell’anno successivo, quello delle chiusure per il covid quando i rimborsi si sono stabilizzati a 28.394,58. Sono invece in bilico i dati relativi all’anno in corso. Molte delle richieste di risarcimento sono ancora al vaglio e in pendenza di causa civile.

Per il momento, secondo i dati estrapolati dall’amministrazione, sono stati pagati 8.838 euro. Ma il dato è suscettibile di un rialzo ancora non quantificabile. Tutti infatti dipende dalle transazioni e dalle eventuali decisioni in sede di tribunale.

L’anno in cui sono stati rimborsati più incidenti è il 2013 quando le casse dell’amministrazione hanno dovuto bonificare 79.497,70 euro. In assoluto la cifra più alta sborsata dall’attuale giunta. Ed è infatti proprio durante il 2013 che c’è stato il boom delle richieste per risarcimento: secondo i dati forniti dal Comune 105 le domande di risarcimento, di queste sono state pagate solamente 48. È il dato più alto degli ultimi dieci anni. Seguito solo dal 2015 quando le richieste di risarcimento erano state 94, quelle andate a buon fine erano state 36 per un importo totale versato nei conti dei cittadini di 59.012,42 euro.

Nel grafico accanto è possibile vedere l’andamento dei risarcimenti dati ai cittadini per i sinistri dal 2012 a oggi.

Se dunque il numero dei sinistri stradali è andato via via diminuendo, secondo l’amministrazione, è anche merito, in parte, della capacità di rapido intervento per riparare temporaneamente l’asfalto nelle strade di competenza comunale. Dal computo infatti vanno escluse tutte quelle causa che riguardano le vie di competenza provinciale o statale.

«Tempistiche intervento sull’asfalto sono diminuite rispetto a qualche anno fa - spiega il consigliere delegato Graziano Dalle Luche - si cerca di eseguire i lavori nel più rapido tempo possibile. Va considerato infatti che abbiamo 85 chilometri quadrati di territorio e non è vacile. Le richieste che arrivano all’ufficio Urp del Comune vengono evase nell'arco di un paio di giorni. Viene compilata una lista delle priorità. Ci sono interventi che possiamo fare noi con i nostri operai, in caso contrario abbiamo una ditta che lavora con l’asfalto a caldo. Nelle strade provinciali o statali abbiamo competenza solo nelle rotatorie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire