Il Tirreno

Centrosinistra: Schlein e Conte insieme ma distanti al film ‘Palazzina Laf’

13 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 13 feb. - (Adnkronos) - Siedono entrambi in prima fila ma uno nella platea di destra e l’altra nella platea di sinistra, separati da un corridoio. Giuseppe Conte ed Elly Schlein restano sulle proprie posizioni anche quando i posti attorno a loro si liberano, un po’ la solitudine dei numeri primi, verrebbe da dire. L’occasione è la proiezione del film di Michele Riondino “Palazzina Laf”, nella sala capitolare del Senato: il leader del M5S arrivato con una mezz’ora di ritardo, la segretaria del Pd a film praticamente finito. I due ascoltano il dibattito sull’ex Ilva di Taranto e incassano le aspre parole di Riondino: “Non voglio trasformare questo momento in una mattinata politica - dice il regista dal tavolo dei relatori - altrimenti dovrei dire quanto sono deluso, come cittadino, di essere stato sedotto e abbandonato dal M5S, deriso dal Pd per i decreti salvavita, e ignorato dal governo di destra”. Par condicio. La segretaria del Pd ascolta parte del dibattito ma poi lascia la sala prima della fine: alle 12.30 deve partecipare a un’altra conferenza stampa sul Ponte di Messina, lì vicino al Pantheon, dove sono presenti altri leader del fronte progressista ma non Conte. Schlein saluta prima i grillini Roberto Fico e Mario Turco, poi prima di uscire si ferma a salutare il leader M5S, che resterà ad ascoltare il dibattito. Stretta di mano e due baci sulle guance, e via.
Primo piano
Turismo e servizi

Sulla costa toscana è estate tutto l’anno, gli stabilimenti aprono già a marzo: ecco dove e su cosa puntano i balneari

di Ilenia Reali
Le nostre iniziative