Il Tirreno

Milano: Roia guida tribunale con passo indietro moglie, 'mio impegno per parità'

12 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Milano, 12 feb. (Adnkronos) - Dopo quasi due anni di 'vuoto' il tribunale di Milano ha come nuovo presidente Fabio Roia, un ruolo che finora ha ricoperto come facente funzione. Una nomina celebrata oggi in un'Aula magna del Palazzo di giustizia affollata in cui la commozione ha fatto da protagonista. "Si dovrebbe incominciare con i ringraziamenti ma vi prego concedermi una deroga perché devo formulare un atto forse di scuse alla presidente Adriana Cassano Cicuto (sua moglie, ndr), giudice che conosco molto bene e sulla cui persona ho scommesso la mia vita, la quale ha rinunciato alle funzioni semidirettive giudicanti presso il Tribunale per evitare una situazione di incompatibilità e consentirmi di celebrare con voi questo momento. E' l'unica ombra" spiega Roia. "Emerge sempre la questione di genere con la donna che deve arretrare per fare spazio all'uomo. Da parte mia - auspica - c'è il desiderio e l'impegno che in un momento davvero prossimo si possa dire e fare il contrario, attraverso la creazione di una effettiva parità di chance fra donna e uomo in tutte le articolazioni della società, con l'uomo che senza frustrazioni rinunci a favore della donna".
Primo piano
La storia

«Aiuto, sto per partorire in casa»: la paura e il lieto fine grazie alla corsa dei volontari di Livorno

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative