Il Tirreno

Scherma: Cdm fioretto, Favaretto seconda ed Errigo terza a Torino

11 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Torino, 11 feb. - (Adnkronos) - Argento e bronzo per l’Italia al Grand Prix di fioretto a Torino con il secondo posto di Martina Favaretto e il terzo di Arianna Errigo. L’edizione 2024 del “Trofeo Inalpi” ha visto brillare le fiorettiste azzurre nella gara vinta dalla statunitense e campionessa olimpica Lee Kiefer, e anche nella prova dei ragazzi, in cui è mancato il podio italiano, a prevalere è stato un oro di Tokyo 2020, Ka Long Cheung di Hong Kong. Strepitosa la prestazione di Martina Favaretto, 22enne delle Fiamme Oro salita per la quinta volta in carriera sul podio in Coppa del Mondo, la prima però nel circuito d’élite del Grand Prix proprio sulle pedane di casa. Una giovanissima che avanza sempre di più e una veterana che non finisce mai: quello dell’Arena Inalpi è stato infatti il 57° podio tra Coppa del Mondo e GP per Arianna Errigo. Dopo i due argenti individuali degli ultimi due Mondiali (Cairo 2022 e Milano 2023), la super-campionessa dei Carabinieri è tornata su un podio in Coppa dopo 1542 giorni, e due gemelli, dopo l’ultima volta (era il 22 novembre 2019 quando vinse la gara del Cairo). La cavalcata delle due azzurre è cominciata nel turno da 64 in cui Martina Favaretto ha battuto 15-10 la giapponese Kikuchi, mentre Arianna Errigo ha vinto per 15-12 il derby italiano contro Anna Cristino. Allo step successivo, invece, è stata Favaretto a vincere una sfida in casa Italia, superando 15-7 Olga Rachele Calissi, nel mentre Errigo regolava 15-9 la francese Ranvier. Ottavi di finale “d’autorità” per Martina, con un 15-9 sulla statunitense Weintraub, derby batticuore invece per Arianna. Nella rivincita della finale del Mondiale di Milano 2023, infatti, Ary Errigo ha battuto l’amica e campionessa iridata Alice Volpi con il punteggio di 15-12. Nell’assalto per le medaglie, prove di forza per entrambe: Favaretto ha sconfitto 15-9 la cinese Chen ed Errigo ha dato un secco 15-7 alla giapponese Azuma. Si è arrivati così a una splendida sfida azzurra di semifinale, decisa all’ultima stoccata, con Martina Favaretto vittoriosa 15-14 su Arianna Errigo, meritatamente bronzo tra gli applausi. In finale Favaretto ha affrontato la campionessa olimpica Lee Kiefer, tirando alla pari e cedendo solo sui titoli di coda con il risultato di 15-11. Detto del nono posto di Alice Volpi, fermatasi sulla soglia delle “top 8” come Camilla Mancini (12^, dopo il bronzo di un anno fa), è stata protagonista di un’ottima prestazione chiusa al 5° posto Martina Batini. La campionessa europea in carica ha superato, nell’ordine, la greca Kontochristopoulou (15-11), la statunitense Stutchbury (15-13) e con l’ultima stoccata decisiva la cinese Huang (15-14), arrendendosi solo alla tedesca Sauer (15-14) nel match dei quarti, concludendo così ai podio. Si è fermata sulla soglia dei 'top 8' il percorso dei fiorettisti azzurri nella gara maschile di Torino. Nona posizione per Tommaso Marini: il campione del mondo di Milano 2023 ha perso il match degli ottavi di finale contro il bronzo olimpico Choupenitch (poi secondo classificato), in un assalto che l’azzurro stava conducendo di cinque stoccate prima della rimonta del ceco che ha chiuso sul 15-12. Stessa soglia fatale anche per l’olimpionico Daniele Garozzo, 10° classificato, che nel remake della finale dei Giochi di Tokyo, ha lottato contro Cheung in un assalto durissimo, che ha visto prevalere 15-12 il portacolori di Hong Kong, alla fine vincitore del “Trofeo Inalpi”. Ottima prestazione del giovane Damiano Di Veroli, che ha concluso al 13° posto. L’iridato under 20 in carica ha sfiorato il colpaccio contro lo statunitense Itkin, il quale però alla fine ha conquistato i quarti con il risultato di 15-12. Altri sei italiani si erano fermati allo step precedente: 19° Filippo Macchi, che fu argento lo scorso anno a Torino, 20° Alessio Foconi, 23° Giorgio Avola, 24° Davide Filippi, 25° Guillaume Bianchi, 27° Giulio Lombardi e 30° Tommaso Martini.
Primo piano
Meteo

Maltempo in Toscana, la pioggia rallenta ma l’emergenza non è finita: famiglie evacuate e una nuova allerta, il punto della situazione

Le nostre iniziative