Il Tirreno

Parigi 2024: Malagò, 'nostra proiezione medaglie migliore di Tokyo, è bello ma un po' preoccupa'

10 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 10 feb. - (Adnkronos) - “All’appuntamento con Parigi ci presentiamo col record di Tokyo che non era così scontato e soprattutto non era così pronosticato. Oggi abbiamo una proiezione addirittura superiore e questo da un lato è bello, dall’altro ci preoccupa". Così il presidente del Coni Giovanni Malagò intervenendo a “In campo con Pardo” su Radio 24. "Devo dire, con grande franchezza, che bisogna qualificare il più possibile le persone che hanno fatto risultati quest’anno e che, però, ancora non hanno avuto il pass per andare -prosegue Malagò-. In particolare, seguiamo con grande attenzione la partita delle squadre come Settebello e Setterosa, poi ci saranno pallacanestro e pallavolo. Ma non perché sono medaglie non preventivate, ma perché in queste competizioni oggi qualificarsi è più difficile che andare a medaglia. A Tokyo abbiamo preso medaglie nel karate, nel taekwondo, sulla pista del ciclismo, nei pesi…insomma, specialità non proprio tradizionali del nostro palmares sportivo, ma in questi tre anni, abbiam vinto una serie di coppe del mondo e competizioni continentali in discipline mai vinte prima. Tanto che nel 2022-23 nel medagliere di Olimpiadi, Mondiali ed Europei siamo la prima nazione d’Europa e questo dice tutto”.
Il caso
Il presidente della Regione

Studenti manganellati a Pisa, Giani: “C’era un’indicazione, violenza spropositata. Piantedosi chiarisca”

Le nostre iniziative