Il Tirreno

Ungheria: Boschi, 'risposta Farnesina su Salis non all'altezza'

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 8 feb. (Adnkronos) - "Non siamo soddisfatti della relazione del ministro Tajani, come non lo è stato il padre di ilaria Salis che ha detto di essere stato lasciato solo da questo Governo. L’approccio tecnico burocratico è inadeguato di fronte a una vicenda in cui è invece in gioco la credibilità delle istituzioni europee e la dignità dell’Italia, per noi che crediamo nell’ideale europeo e nello Stato di diritto”. Così la deputata di Italia viva Maria Elena Boschi, intervenendo in Aula sull’informativa urgente del ministro Antonio Tajani. “Le condizioni disumane che vive in carcere Ilaria Salis, e di cui i vostri uffici sono a conoscenza da mesi senza che sia stato fatto nulla, sono inaccettabili -ha aggiunto l'esponente di Iv- e la risposta della Farnesina non è all’altezza della storia di civiltà del nostro Paese e della nostra tradizione diplomatica. Salis è detenuta in Ungheria in attesa di giudizio da un anno e ancora non sappiamo il motivo per cui è in carcere. Se anche fosse colpevole avrebbe diritto a un trattamento umano e se qualcuno di voi pensa che sia giusto che sia in carcere perché è stata trovata in un taxi con una persona ricercata allora vuol dire che la tradizione garantista di Forza Italia è morta sepolta. Forse non volete disturbare Orban, il vostro principale alleato in Europa. Se in Ungheria è stato violato lo Stato di diritto dovreste smettere di mandare i soldi dei cittadini italiani alle imprese ungheresi e interrompere il trasferimento delle risorse europee all’Ungheria, perché non si può essere sovranisti solo quando fa comodo. Tajani rappresenta tutti gli italiani e deve riportare in Italia Ilaria Salis".
Primo piano
La tragedia

Livorno, schiacciata con lo scooter fra due auto: morta una donna di 51 anni

Le nostre iniziative