Il Tirreno

Ungheria: Bonelli, 'cittadina italiana in condizioni disumane e governo Meloni tace'

29 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 29 gen. (Adnkronos) - “La situazione di Ilaria Salis, una donna italiana detenuta in condizioni inumane nel carcere di massima sicurezza di Budapest sotto il regime di Orban, grida vendetta. È inaccettabile che sia tenuta in catene e al guinzaglio, simbolo di un trattamento disumano che sfida ogni norma di civiltà e diritti umani. Il silenzio del Governo italiano su questo caso è assordante e incomprensibile". Così il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli, durante il presidio 'Liberiamo Ilaria Salis' in corso a Roma. "Né la premier Giorgia Meloni, né i ministri degli Esteri e della Giustizia, Antonio Tajani e Carlo Nordio, hanno preso una posizione. È ormai chiaro che le condizioni carcerarie in Ungheria sfiorano la tortura, eppure l'Italia chiude gli occhi, forse a causa dei legami tra la Premier Meloni e Orban. La Premier si presenti in Aula per spiegare il motivo di questo suo scandaloso silenzio: non è possibile restare indifferenti di fronte a questa violazione dei diritti umani fondamentali di una nostra connazionale".
Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative