Il Tirreno

Mo: Netanyahu, 'guerra a Gaza è atto di moralità senza eguali'

31 dicembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Tel Aviv, 31 dic. (Adnkronos/Dpa/Europa Press) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha affermato che la guerra nella Striscia di Gaza è un atto di "moralità ineguagliabile" di fronte alle accuse di "genocidio" mosse dal Sudafrica davanti alla Corte internazionale di giustizia (ICJ). "Continueremo la nostra guerra difensiva, la cui giustizia e moralità non hanno eguali", ha dichiarato prima dell'inizio di una riunione del Governo, sottolineando che Israele "agisce nella maniera più morale possibile" a Gaza. Da parte sua, il Ministero degli Esteri dell'Autorità Palestinese si è rammaricato che Netanyahu continui a "rubare la gioia del mondo" in vista del nuovo anno e lo ha accusato di "aver preferito lo sterminio dei palestinesi al riconoscimento del suo Stato. La comunità internazionale deve riconoscere il proprio fallimento di fronte alla sua incapacità di fermare il genocidio contro il nostro popolo", ha affermato in una nota. Il Sudafrica ha presentato venerdì una denuncia contro Israele per genocidio davanti alla Corte internazionale di giustizia per l'offensiva militare sulla Striscia di Gaza lanciata il 7 ottobre come rappresaglia per l'attacco al territorio israeliano lanciato dalle milizie palestinesi dalla Striscia di Gaza in cui sono morte circa 1.200 persone. Secondo l’ultimo bilancio, dall’inizio dell’offensiva sono morte nella Striscia di Gaza più di 21.800 persone.
Il caso
L’esecutivo alle terme

Studenti manganellati, il governo dei duri in masseria: a Saturnia il gelo dei ministri e la scossa di Giani

di Mario Neri
Le nostre iniziative