Il Tirreno

Ucraina: Rosato, 'M5S si lavano mani di impegni internazionali presi, inaccettabile'

29 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 29 dic. (Adnkronos) - “Ci rendiamo conto che l'Ucraina non può essere abbandonata dai Paesi occidentali? Ci rendiamo conto di quello che è stato detto dal Movimento Cinque Stelle in quest'aula oggi? Ho ascoltato parole terribili, inaccettabili”. Così nell’intervento alla Camera il capogruppo in Commissione Esteri e segretario del Copasir Ettore Rosato (Az-Per-Renew) riferendosi all’intervento del deputato del Movimento 5 Stelle, Marco Pellegrini. “Oggi la crisi sul campo - ha continuato - avviene anche per l'impegno non mantenuto da parte dei Paesi occidentali nel fornire quell'armamento che ci eravamo impegnati a fornire. L’Unione Europea si era impegnata a fornire 1 milione di munizioni, ne ha fornite di 300 mila. E se la Russia, grazie anche al fatto che non è una democrazia, ha convertito la sua industria in un'industria militare, in un'economia di guerra, e ha aumentato la sua capacità di fronteggiare le esigenze belliche, l’Unione europea, forte anche di un'opinione pubblica influenzata in maniera così decisa da partiti come il Movimento 5 Stelle che non si assumono le loro responsabilità, sta soffrendo una crisi dal punto di vista anche dell'approvvigionamento militare”. “Io penso che ci vuole più responsabilità da parte di forze politiche, in particolare se sono state al governo e oggi si lavano le mani. Ce l'ho con una politica, che il Movimento 5 Stelle interpreta - ha attaccato Rosato -, di cambiare opinione appena si siede all'opposizione, rispetto alla politica estera e al sostegno ad un Paese aggredito come l'Ucraina, al raggiungimento del 2% del Pil in spesa militare: impegni assunti anche quando a Palazzo Chigi c’era il presidente Conte”.
Primo piano
Le sabbie mobili dei cantieri

Quante opere pubbliche stritolate fra burocrazia e soldi che mancano: i casi in Toscana, i tempi e i progetti

di Barbara Antoni