Il Tirreno

Traffico aereo: Ryanair chiede a Ue tutela mercato contro scioperi Francia

27 marzo 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Roma, 27 mar. - (Adnkronos) - Ryanair oggi ha condannato le continue cancellazioni dei voli in sorvolo sulla Francia a causa dei ripetuti scioperi dei controllori di volo transalpini sottolineando che "come sempre, la legislazione francese sul servizio minimo viene utilizzata per proteggere i voli nazionali francesi", mentre i voli UE dalla Germania, Spagna, Italia, Regno Unito e Irlanda vengono cancellati solo perché un sindacato ATC francese minore blocca ripetutamente il transito nei cieli. Durante lo scorso fine settimana, oltre il 25% dei 9.000 voli programmati di Ryanair ha subito ritardi a causa dell’interruzione dei servizi da parte dei controllori di volo francesi e 230 voli (coinvolgendo 41.000 passeggeri) sono stati cancellati per rispettare le restrizioni di capacità. "Queste ripetute interruzioni dei sorvoli UE sono inaccettabili" per la compagnia. L'anno scorso, Eurocontrol ha raccomandato alla Commissione di intraprendere semplici azioni per rispondere agli scioperi ATC (senza pregiudicare il diritto di sciopero) quali: imporre il servizio minimo al controllo aereo con una netta riduzione dei voli nazionali; consentire tutti i sorvoli senza ritardi dovuti al controllo traffico aereo; comunicare gli scioperi con un minimo anticipo per consentire alle compagnie aeree di riprogrammare i voli o avvisare i passeggeri. Purtroppo, ad oggi, lamenta la compagnia, la Commissione europea non ha intrapreso alcuna azione su queste misure per proteggere i cittadini dell'UE ed i sorvoli. Come ha sottolineato un portavoce di Ryanair "Ursula von der Leyen e la Commissione Ue affermano ripetutamente che il mercato unico è una priorità per l'Europa. Tuttavia, ogni volta che i controllori di volo francesi indicono uno sciopero, il mercato unico per i viaggi aerei in Europa viene interrotto, e la Commissione europea non interviene. Quando il governo francese utilizza la legislazione sul servizio minimo per proteggere i voli domestici francesi, perché Ursula von der Leyen e la Commissione europea restano a guardare e consentono la cancellazione sproporzionata dei sorvoli UE su base giornaliera? Chiediamo alla Commissione di intraprendere un'azione legale contro la Francia ed i suoi sindacati dei controllori di volo, per proteggere i sorvoli Europei". Il progetto del cielo unico europeo (SESAR) - spiega Ryanair - "è stato un catalogo ventennale di fallimenti, nessun progresso è stato fatto in 2 decenni: Eurocontrol ha già raccomandato alla Commissione di intraprendere un'azione legale per proteggere i sorvoli, ed è giunto il momento che Ursula von der Leyen e la Commissione UE smettano di nascondersi ed inizino ad agire per difendere il mercato unico dei viaggi aerei in tutta Europa. Non abbiamo nessun problema con i sindacati francesi che esercitano il loro diritto di sciopero, ma ci aspettiamo che la Commissione europea difenda e protegga il mercato unico, non lo chiuda ripetutamente, e che i sorvoli UE non vengano cancellati solo perché i sindacati dei controllori di volo francesi indicono i loro scioperi".
Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri