Il Tirreno

Toscana

La classifica

Parlamentari toscani più ricchi, in testa Renzi e Bonifazi (entrambi di Italia Viva)

di Alessandro Formichella

	Matteo Renzi e Francesco Bonifazi
Matteo Renzi e Francesco Bonifazi

Il reddito dell'ex premier fiorentino supera i 3 milioni. Nella classifica seguono Parrini (Pd) e diversi esponenti del centrodestra

29 dicembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





Dietro di sè lascia una distanza da primatista assoluto. Matteo Renzi, leader di Italia Viva, è il Paperon dei paperoni; il parlamentare più ricco fra tutti quelli toscani eletti in Toscana. La sua dichiarazione dei redditi 2023, sull'imponibile 2022, segna la crescita del suo reddito, che arriva a 3milioni 187mila e 769 euro. Una cifra consistente, quella di Renzi, che è prodotta per la maggior parte dall'attività di consulente e relatore a convegni e meeting internazionali.

A proposito di reddito è da precisare che si parla di lordo assoluto, naturalmente, da cui detrarre poi costi, spese e aliquote fiscali, ossia tasse. Anche Francesco Bonifazi, altro senatore di Italia Viva, non se la passa assolutamente male dichiarando sull'imponibile 2022 ben 477mila e 62 euro. Le dichiarazioni dei redditi dei parlamentari sono pubblicate sul sito web della Camera e del Senato, anche se non tutti gli eletti toscani in Toscana hanno fino ad ora messo nero su bianco, in modo pubblico e chiaro, il proprio reddito lordo dichiarato con l'ultimo 730 o Modello Unico. In cima alla classifica dei più abbienti, si trovano comunque i due politici di Italia Viva.

I primi dieci parlamentari

Nella classifica dei primi dieci parlamentari, eccetto i senatori Renzi e Bonifazi, gli uomini di Fratelli d'Italia vincono, anche se il terzo posto spetta al senatore del Pd, l'empolese Dario Parrini, che nel 2022 ha portato a casa un lordo di 118mila e 603 euro. Poi la lista è tutta fatta di parlamentari del centrodestra; dietro Dario Parrini segue, infatti, il deputato senese, già assessore al Comune, Francesco Michelotti con un imponibile di 117mila e 114 euro. L'onorevole viareggina Deborah Bergamini, berlusconiana della prima ora e parlamentare da alcune legislature, registra un lordo di 98mila e 471 euro, mentre il senatore pistoiese Giacomo La Pietra, uno dei leader in Toscana di Fratelli d'Italia, ha firmato per un lordo di 95mila e 852 euro. Arriva poi Manfredi Potenti, senatore di Cecina del gruppo Lega Salvini - Partito sardo d'azione, che denuncia nel 2023 un lordo di 93mila e 311 euro. La senatrice Simona Petrucci, sempre di Fratelli d'Italia, e il deputato Marco Furfaro, Pd originario di Agliana ma che da anni vive a Roma, arrivano all'ottavo e nono posto rispettivamente con 91mila e 999 euro e 89mila 62 euro dichiarati. Chiude la classifica dei primi dieci, il deputato del Movimento 5 stelle Andrea Quartini, di Gambassi Terme nell'area metropolitana fiorentina, con un imponibile di 78mila e 492 euro.

Pd e FdI, media classifica

Fra i 76mila e i 21mila euro, altri sei parlamentari, fra senatori e deputati, riempiono la media classifica. In fondo alla lista per redditi viene a trovarsi la deputata del Pd, nonché ex segretaria regionale toscana, Simona Bonafè che denuncia un imponibile sul 2022 di appena 21mila e 166euro. Ma attenzione a non trarsi in inganno; Simona Bonafè, nel 2022 prima di essere eletta alla Camera era europarlamentare a Bruxelles e in base alla normativa in vigore, i redditi provenienti dall'attività politica all'europarlamento devono essere denunciati in Belgio. È per questo che, a prima vista, la dichiarazione della parlamentare Pd appare la più "povera", ma solo perché riporta i redditi di soli alcuni mesi dichiarati dalla elezione alla Camera dei deputati nell'autunno di un anno fa. La senatrice Ylenia Zambito, docente universitaria pisana eletta con il Partito Democratico, dichiara 76mila e 541 euro; anche il senatore Silvio Franceschelli, sempre Pd, con 71mila e 448mila euro, occupa un posto di media classifica.

La giovane deputata pratese di Fratelli d'Italia Chiara La Porta arriva a 34mila e 153 euro, mentre il senatore fiorentino Paolo Marcheschi, FdI, denuncia 41mila e 440euro. L'ultimo in classifica, è il deputato grossetano Marco Simiani con 29mila e 316 euro dichiarati nel 2023. Poi a seguire ci sono tutti i parlamentari toscani che ancora non hanno pubblicato la dichiarazione dei redditi: una lunga schiera di dieci politici nella cui scheda personale web, alla Camera o al Senato, non compare niente sui redditi percepiti nel corso del 2022.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport