Il Tirreno

Sport

sport memorabilia in modalità internet live 

All’asta la bici di Bartali, (può valere 60mila euro) e due maglie di Maradona

28 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Torino. Sulla scia del successo delle scorse edizioni è in arrivo una nuova asta di Sport Memorabilia il 6 maggio in modalità internet live su astebolaffi.it. Nel prossimo catalogo, 218 lotti in totale, gli sport protagonisti sono il ciclismo, la boxe e, ovviamente, il calcio, per la gioia di tutti gli appassionati e i collezionisti del settore.

Il top lot assoluto dell’asta è la bicicletta di Gino Bartali, esemplare Legnano Squadra Corse costruito dal telaista Ugo Bianchi per il campione. Bartali la usò nella stagione 1947 in cui vinse la Milano-Sanremo, il Giro della Svizzera, e arrivò secondo al Giro d’Italia. La bici è stimata tra i 50mila e i 60mila euro.

Il capitolo dedicato al calcio, come sempre il più ricco, vanta alcune maglie estremamente rare, in particolare quella del Lanerossi Vicenza indossata da Paolo Rossi nella stagione 1977-1978 (stima 15.000-20.000 euro) e una collezione di numeri 10 dagli anni ’80 al 2000, tra cui Del Piero, Totti, Baggio e soprattutto Maradona.

Le due maglie più importanti del Pibe de Oro, sono quella della sua prima stagione al Napoli 1984/1985 (la cosiddetta «Cirio» dal nome dello sponsor), estremamente rara, indossata in occasione della partita di campionato Cremonese-Napoli, disputata il 14 aprile 1985 a Cremona (1-1) e scambiata a fine partita con l’avversario Juary (vale tra i 25mila e i 30mila euro), e la maglia della Nazionale Argentina indossata in una sola occasione nella storia dell’«Albiceleste», quella dell’amichevole pre-mondiale Norvegia-Argentina del 30 aprile 1986 (1-0) che a causa della sconfitta fu poi messa al bando dall’allenatore Carlos Bilardo, noto per la sua scaramanzia. La provenienza è quella dell’amico, compagno di Nazionale e di scorribande, José Luis Tata Brown, la stima è di 20mila-25mila euro.

Per quanto riguarda la boxe, uno dei lotti più ricercati è la cintura commemorativa dedicata a Carlos Monzon assegnata al noto boxeur per il suo ingresso nella Hall of Fame nell’ottobre 1996, e proveniente da Henry Pessar, fotografo e biografo francese autore del libro “Moi, Carlos Monzon - Memoires recueillis par Henry Pessar” (1975) (stima 3.500-5mila euro).

Da segnalare infine due biglietti per il Campionato del Mondo Pesi Medi relativi a due incontri di Monzon del 1973-74 (stima 350-500 euro). —



Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina