Il Tirreno

Prato

Podismo

Prato, "Da sponda a sponda" di nuovo in strada

Vezio Trifoni

	Un’immagine della ventesima edizione della “Da sponda a sponda”
Un’immagine della ventesima edizione della “Da sponda a sponda”

Dopo due anni di stop per la pandemia, è tornato uno degli appuntamenti podistici più amati in città. Apprezzata la novità nel tratto finale con l’attraversamento del Cassero illuminato: il ricavato alla Lilt

07 settembre 2022
3 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Una grande onda colorata di verde ha attraversato Prato per il ritorno dopo due anni di stop della manifestazione “Da sponda a sponda”, memorial Roberto Giacomelli e memorial Fiorenzo Gei, una degli appuntamenti podistici più partecipati e amati in città perché da il via all’attività sportiva dopo le ferie estive. All’iniziativa, giunta alla ventesima edizione, hanno aderito circa 1300 tra camminatori e corridori per due percorsi di 5 e 10 km per la soddisfazione dal Gruppo podistico Le Aquile Mattiniere e del Cai di Prato. Rispetto al passato ci sono state due novità con partenza e arrivo dall’oratorio Sant’Anna in viale Piave e il tratto finale del percorso che ha previsto l’attraversamento del Cassero illuminato, il corridoio che nel medioevo collegava le mura della città al Castello dell’Imperatore. Tutto il ricavato dell’iniziativa è andato alla Lilt e sono stati tanti i gruppi presenti: «Una vera ripartenza con tantissimi camminatori o come li chiamiamo noi podisti senza pettorale: siamo davvero contenti – spiega Enrico Enock una delle anime della corsa -. Il passaggio del Cassero è stato davvero un bel regalo dell’amministrazione comunale e tutti i partecipanti hanno gradito un finale così bello. Un ringraziamento particolare va all’Oratorio Sant’Anna: è stato bello poter ricordare anche, con la presenza del Sindaco Matteo Biffoni, i nostri amici Roberto Giacomelli e Fiorenzo Gei che camminano ancora con noi. Far parte del Trofeo delle 3 provincie è un valore aggiunto, camminare sia davvero il modo migliore per riprendere la normalità».

Al termine sono state effettuate le premiazioni per il 6° Trofeo Serendip con i prodotti di Norcia e della Valnerina e la birra dei due Mastri. La famiglia Giacomelli ha premiato il gruppo più numeroso, Dsv davanti alla Polisportiva 29 Martiri, Brokernet, Prato Nord, Le Lumache, Trekking Lovers, Pian di Coreglia, Croce d’oro Prato, la Verru’a e Podistica Pratese. Molto bella anche la premiazione ai ragazzi del gruppo “Corriamo anche noi”: a tutti è stato consegnato il libro scritto da Stefano Sardarelli “Il cancro al seno non è solo roba da femmine”. Il servizio sanitario è stato a cura della Misericordia e quello logistico del nucleo volontariato e protezione civile associazione nazionale carabinieri Prato. Domani con start alle 20 dal Playground del Serraglio si svolgerà per supportare sempre la Lilt “La Vita al Centro”, una camminata non competitiva organizzata dall’Associazione Sport per Prato in partnership con la Lilt, a cui andranno i proventi della manifestazione. I partecipanti passeranno dalla pista ciclabile lungo il Bisenzio. Riparte anche l’atletica con il meeting (sabato 10 e domenica 11 settembre) che si svolgerà allo stadio Mauro Ferrari valido per i campionati toscani juniores e che porterà numerose società da tutta la toscana con i propri atleti juniores per conquistare l’alloro regionale. 
 

Primo piano
L’analisi

Meteo in Toscana, quanto dura il caldo? Lamma: «Non è il solito “africano”, valori anomali»

di Tommaso Silvi