Il Tirreno

Prato

Il ritratto

Riccardo Matteini, chi è l’imprenditore pratese arrestato per corruzione: le liti, l’avventura nel cinema e l’intuizione geniale

di Ilenia Reali

	Riccardo Matteini 
Riccardo Matteini 

In manette assieme al comandante dei carabinieri di Prato e al titolare di un’agenzia investigativa di Torino

30 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Una vita di successi: spirito lungimirante, una fama cresciuta col passare del tempo fino a espandersi oltre i confini regionali. Poi l’arresto, nella mattina di giovedì 30 maggio, quando Riccardo Matteini, 66 anni, è finito in manette insieme al comandante della compagnia di Prato dei carabinieri, Sergio Turini, e il titolare di un’agenzia di investigazioni private, Roberto Moretti, 66 anni, di Torino. L’accusa è quella di corruzione

Chi è Riccardo Matteini

Riccardo Matteini si è diplomato al Buzzi di Prato. Una vita trascorsa nel tessile con un'intuizione che gli ha fatto cambiare la vita professionale diventando un modello per il tessile pratese e italiano: quella di accorpare quattro tintorie con altrettanti soci realizzandone una, il Gruppo Colle. Una delle realtà imprenditoriali per la tintura delle materie prime e dei filati tra le principali in Italia, con i suoi oltre 100 dipendenti. In azienda è sempre stato l'uomo Pr con incarichi in Confindustria anche se non amatissimo da tutti i colleghi che per la presidenza nel 2012 scelsero Andrea Cavicchi, 28 voti contro 22. Uno scontro che fu tra due modi diversi di intendere il distretto: titolare di un lanificio, il primo, con una visione nazionale e più modaiola. Contoterzista il secondo seppure in rappresentanza di un gruppo tra i più grandi di Prato e d’Italia e molto legato alle tradizioni pratesi e alle competenze di una filiera strutturata. Fu tra i più contrari alla fusione dell'Unione industriale pratese con Pistoia e Lucca. Ora in Confindustria è a capo della sezione moda della Toscana Nord ma negli anni passati ha fatto parte della commissione trattante "ristretta" per il rinnovo del contratto.

Produttore di film

È stato tra i primi a creare in azienda un museo sulla tintura, visitato dalle scuole, ed è stato produttore di film tra cui "Cenci in Cina" e "Forse è solo mal di mare" con protagonista Maria Grazia Cucinotta. Carattere fumantino, più volte si è infiammato rispetto a scelte e orientamenti del distretto, pratico e visionario è stato uno dei pochi a creare un'azienda di dimensioni superiori alla media delle "piccole" pratesi.

Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire