Il Tirreno

Pontedera

Mobilieri, un superderby A Ponsacco c’è la capolista

di Alessandro Marone
Mobilieri, un superderby A Ponsacco c’è la capolista

Serie D Fischio d’inizio alle 14.30 per la sfida con l’Arezzo

26 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PONSACCO. Coraggio e sacrificio, obiettivo poker. Si chiude con un’altra supersfida casalinga il mese di febbraio del Mobilieri Ponsacco: al Comunale (ore 14:30) arriva la capolista Arezzo per l’8ª di ritorno del girone E di Serie D.

La corazzata

Tris di vittorie per l’undici amaranto, prosegue il testa a testa con la Pianese; in estate si è ricostituito ad Arezzo il duo dei Paolo, ex Pontedera: Indiani in panchina (il tecnico nella scorsa stagione ha conquistato la promozione in Lega Pro con il San Donato Tavarnelle), Giovannini direttore generale. Febbraio col segno X per la band rossoblù guidata da Francesco Bozzi. Punti d’oro al Comunale contro Città di Castello (0-0) e Livorno (1-1), domenica scorsa è sfumato nel finale il blitz (2-2, a segno capitan Lici e Mencagli) a Montespaccato.

La grande impresa

La gara di andata evoca ricordi dolcissimi e dal sapore d’impresa. Mobilieri corsaro 1-0 (pennellata del cortonese Mencagli, rigore parato da Pagnini a Settembrini) al Città di Arezzo e primo stop stagionale per l’Arezzo (4 i ko in totale), che oggi andrà a caccia di tasselli preziosi e “vendetta”. Servono punti anche al Mobilieri Ponsacco, 10° a quota 29 in tandem con l’Ostiamare (+1 sui playout), che venderà cara la pelle. I rossoblù sono pronti ad un’altra “battaglia” sportiva (stile derby con il Livorno) per calare il poker di risultati utili, magari bissando l’impresa.

Meteo poco incoraggiante, previste abbondanti piogge, non è da escludere il rischio rinvio: «Prima in classifica e avversario di blasone: partite come queste si preparano da sole, non c’è bisogno di caricarle. Andremo alla ricerca di punti per raggiungere quanto prima il nostro obiettivo», dice mister Bozzi alla vigilia.

Capitolo formazione

Ancora out per infortunio i centrocampisti Carli e Regoli, hanno scontato il turno di squalifica l’esperto difensore De Vito e il duttile centrocampista Bardini. Davanti dovrebbe essere confermato il tandem di bomber Nieri e Mencagli (10 reti a testa), probabile che alle loro spalle agisca Remorini.

«La squadra proverà a giocare la palla, con spirito propositivo, coraggio e sacrificio – aggiunge il tecnico dei rossoblù. – Il pareggio contro il Livorno ci ha mostrato come si può caricare l’ambiente se vede i propri ragazzi dare il massimo in queste partite: vogliamo ripetere o migliorare quel risultato».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport