Il Tirreno

Pontedera

L’iniziativa

Cascina, una biblioteca a casa di Laura: «Aiuteremo chi è in difficoltà»

di Francesco Paletti
Cascina, una biblioteca a casa di Laura: «Aiuteremo chi è in difficoltà»

Nella struttura anche doposcuola e laboratori per bambini. Sarà una succursale del Centro San Marco con le associazioni “Pisa Parkinson” e “Adozione e Vicinanza”

23 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





CASCINA. Via Puccini, strada privata affacciata sulla Tosco-Romagnola a Sant’Anna di Cascina. Dall’altra parte le “Cipolli”, la scuola elementare dell’Istituto comprensivo “De Andrè” e, subito accanto, la “nuova” piazza Nenni, rimessa a nuovo dal comune con la realizzazione di un parco inclusivo per i più piccoli e un impianto sportivo polivalente per adolescenti. È in quella stradina che è nata la “Biblioteca di Sant’Anna”. Precisamente nella casa di Laura Martini, socia storica del Centro “San Marco”, l’associazione che da anni svolge attività per le famiglie più fragili nel quartiere pisano di Porta Fiorentina. «Laura Martini sarebbe anche mia madre», sorride Paola Viegi, fondatrice e presidente del Centro “San Marco”. «Avevamo questa casa di famiglia – spiega -. per un po’ abbiamo anche pensato di venderla, poi, conoscendo quel territorio e le sue fragilità, abbiamo deciso di scommettere sulla solidarietà, facendone un presidio sociale per le famiglie più vulnerabili in modo gratuito dato che è previsto solo un rimborso per le spese delle utenze».

Si chiama “Biblioteca”, ma in realtà è molto di più. «È una succursale del Centro San Marco anche se con noi ci saranno anche le associazioni Pisa Parkinson e “Adozione e Vicinanza” di Casciavola – continua Viegi-, oltre a poter contare sulla collaborazione delle parrocchie di San Casciano e della stessa Casciavola». Ci sarà sicuramente un doposcuola per le famiglie più fragili della zona: «Abbiamo già un gruppo sette volontarie e dodici bambini che hanno già aderito – racconta la presidente-: merito soprattutto dell’ampia collaborazione dell’Istituto comprensivo “De Andrè” che ha accolto e apprezzato moltissimo le nostre attività, e dell’impegno di “Adozione e Vicinanza”, i cui volontari conoscono benissimo le situazioni di fragilità di questa zona». Ma ci saranno anche le cosiddette “letture animate per bambini”, «laboratori per avvicinare alla lettura i piccoli fra i 3 e i 5 anni, in particolare quelli delle “Rodari”, la scuola dell’infanzia delle “De Andrè”» continua Paola Viegi. E i gruppi di lettura per adulti, «attività che promuoveremo insieme al “Pisa Parkinson” dato che è scientificamente dimostrato che i malati alle prese con questa patologia traggono molti benefici da tali attività». Sabato scorso l’inaugurazione della “Biblioteca” alla presenza del sindaco di Cascina Michelangelo Betti e degli assessori Paolo Cipolli e Bice Del Giudice, ma anche dei consiglieri di opposizione Leonardo e Cristiano Cosentini, dell’ex consigliere Michele Parrini e dei presidenti di Pisa Parkinson e Adozione e Vicinanza, rispettivamente, Valeria Bastoncelli e Franco Parri. Dall’8 gennaio, con la riapertura delle scuole, l’inizio della attività che saranno pressoché interamente gratuite: previsto solo un contributo di 15 euro l’anno per le assicurazioni e le spese amministrative».

Primo piano
La tragedia

Livorno, schiacciata con lo scooter fra due auto: morta una donna di 51 anni

Le nostre iniziative