Il Tirreno

Pontedera

Il caso

Pontedera, il Torneo Viareggio diventa follia: gli argentini del Don Torcuato distruggono lo stadio. Il gol, gli espulsi e la polizia

di Tommaso Silvi

	I danni causati dai giocatori argentini del Don Torcuato allo stadio Mannucci di Pontedera 
I danni causati dai giocatori argentini del Don Torcuato allo stadio Mannucci di Pontedera 

È successo al termine della partita che è valsa ai granata il passaggio del turno: «Perseguiremo gli autori dei vandalismi, oltraggiata l’intera città»

25 marzo 2023
3 MINUTI DI LETTURA





PONTEDERA. Prima le botte, poi gli atti vandalici e l’intervento di polizia, municipale e carabinieri. E il calcio che passa subito in secondo piano, offuscato dalla violenza di una squadra che non riesce ad accettare il verdetto del campo.

Prima ancora della tecnica di base e degli schemi, ai ragazzini andrebbe insegnato che nello sport si può anche perdere. E quando accade vanno prima di tutto riconosciuti i meriti all’avversario. Non prendersela con il mondo intero e colpire a calci e pugni tutto ciò che è a portata di mano. L’avventura al Torneo di Viareggio 2023 della formazione argentina del Don Torcuato è durata appena tre partite. Ma i segni lasciati nel tunnel e negli spogliatoi dello stadio di Pontedera rimarranno per un bel po’ di tempo. Fino a quando l’Us Città di Pontedera non terminerà i lavori di riparazione. Che non saranno pochi, visto lo spettacolo indegno che hanno lasciato dietro di loro i ragazzini del Don Torcuato. Ma andiamo con ordine.

Ieri pomeriggio al Mannucci il Pontedera Under 19 affrontava nell’ultima gara del girone eliminatorio della Viareggio Cup la formazione argentina. Ai granata bastava un pareggio per accedere al turno successivo. Un traguardo di grande prestigio per i ragazzi di mister Pellegrino. La gara, però, si mette male per il Pontedera.

All’inizio del secondo tempo il Don Torcuato passa in vantaggio con Casalongue. A questo punto a passare sarebbero gli argentini, col Pontedera condannato all’eliminazione. Ma nel giro di poco più di dieci minuti dallo svantaggio, i granata trovano la rete del pari e della qualificazione. Al 61’ realizza il gol Mattivier. E qui gli animi iniziano a scaldarsi seriamente.

I giocatori argentini non prendono benissimo il pari del Pontedera, che li condanna all’eliminazione. Il direttore di gara espelle due calciatori del Don Torcuato. La gara termina 1-1 e il Pontedera passa il turno. Dopo il fischio finale della partita arriva la follia da parte dei giovani sudamericani.

Con pedate e cazzotti distruggono le decorazioni nel tunnel che conduce agli spogliatoi. Non contenti si accaniscono anche contro altri arredi nei sotterranei del Mannucci. È intervenuta anche la polizia, insieme alla municipale e ai carabinieri. Le forze dell’ordine hanno prima sedato gli animi in tribuna tra i sostenitori argentini e quelli pontederesi, poi sono scese negli spogliatoi per evitare che i calciatori delle due squadre venissero in contatto. In serata è arrivato il comunicato del Pontedera.

«Condanniamo gli episodi di puro e semplice vandalismo di cui si sono resi protagonisti alcuni dei calciatori della squadra argentina del Don Torcuato. Questi, al temine della partita che li vedeva contrapposti alla primavera granata, hanno gravemente danneggiato gli spogliatoi e il tunnel dello stadio Mannucci. La società granata perseguirà gli autori del fatto in ogni sede, riservandosi altresì di valutare le eventuali responsabilità dell’organizzazione del torneo». Quindi le parole del direttore organizzativo del Pontedera, Andrea Bargagna: «Il movimento del calcio, la società e la città di Pontedera debbono oggi sentirsi danneggiati e oltraggiati da quanto successo. Non staremo certo a guardare, facendo quello che è in nostro potere per impedire il ripetersi di situazioni simili in futuro».

Nella mattina di sabato 25 è arrivato anche il commento di Alessandro Palagi, presidente del Centro giovani calciatori Viareggio. «Nel caso in cui l'Unione Sportiva Città di Pontedera presenterà denuncia nei confronti dei tesserati del Don Torcuato che si sono resi protagonisti di danneggiamenti agli spogliatoi al termine della partita della Viareggio Cup, il Centro Giovani Calciatori Viareggio si costituirà parte civile per danno di immagine al nostro torneo. Sono episodi che fanno male allo sport, soprattutto a quello che vede protagonisti i giovani", ha concluso Palagi».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri