Il Tirreno

Pontedera

Volterra 

Il Comune trasferisce i servizi per i cittadini nel nuovo polo sociale

Bottega della salute, InformaMi, Casa Insieme e Apes dal 10 maggio saranno nei locali al piano terra di via Roma

30 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





volterra. Un nuovo polo di servizi per i cittadini. Una scelta, quella dell’amministrazione comunale volterrana, dettata da una serie di esigenze: centralizzare gli sportelli per le fasce debole della popolazione, portandoli in un immobile al piano terra, quindi più facilmente accessibile e allo stesso tempo rispettare le misure anti-contagio, difficili da garantire nelle precedenti sedi, con locali troppo piccoli per l’affluenza registrata. Ed ecco che a partire da lunedì 10 maggio, nell’immobile di via Roma 6 (già sede degli ambulatori al primo piano e del consultorio ginecologico e adolescenziali), saranno attivi quattro servizi.

Per quanto riguarda la “Bottega della salute” (aperta il lunedì e il mercoledì, ore 15-17.30), si tratta di un ritorno a casa: lo sportello si trovava già lì, ma l’attività in presenza era stata sospesa; negli ultimi mesi gli operatori lavoravano in smart working e in parte il servizio veniva garantito in municipio.

«Ora invece – spiega Rossella Trafeli, responsabile del servizio sociale del Comune – la “Bottega” riparte a pieno regime in via Roma. Dove ci sarà anche lo “Sportello Casa Insieme” secondo e quarto mercoledì del mese, dalle 9.30 alle 12.30), che ha lo scopo di aiutare le famiglie in difficoltà a cercare un alloggio, offrendo attività di intermediazione con i proprietari di casa e le agenzie immobiliari; fornire consulenza sui contratti agevolati, attivare progetti di coabitazione e – in alcuni casi – garantire un supporto economico ai nuclei che devono anticipare una mensilità, per esempio».

E poi ci sarà il punto “InformaMi” del Comune di Volterra (mercoledì ore 11-13), rivolto in particolare agli utenti che hanno perso e che possono trovare informazioni e supporto su reddito di cittadinanza, contributi pubblici, oltre all’eventuale supporto psicologico, in collaborazione con i servizi sociali.

Infine, spazio anche per lo sportello territoriale Apes (secondo e quarto giovedì del mese, dalle 10 alle 12.30), con tutti i servizi dedicati agli inquilini delle case popolari. L’obiettivo dell’ente guidato dal sindaco Giacomo Santi è di potenziare ulteriormente il nuovo polo dei servizi, come conferma la stessa Rossella Trafeli: «Stiamo lavorando a un nuovo progetto per l’attivazione dell’Informagiovani. Che esisteva già, ma ovviamente va adeguato alle nuove esigenze degli utenti, nel segno dell’innovazione». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Le previsioni

Meteo in Toscana, polvere dal deserto e 40 gradi: arrivano “cielo giallo” e caldo record – Video

di Tommaso Silvi