Il Tirreno

Pontedera

in via della circonvallazione 

Ladro-trattorista maldestro fallisce l’assalto al distributore

Marco Sabia
Ladro-trattorista maldestro fallisce l’assalto al distributore

Devasta la colonna self-service davanti alla telecamera ma non riesce a caricarla Dopo 3 minuti di manovre folli, abbandona il mezzo rubato e fugge a piedi

27 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Marco Sabia

fucecchio. Se non fosse che ha rischiato distruggere un distributore e di ribaltarsi col trattore, la sua maldestra performance nel tentativo di portar via l’accettatore di banconote sarebbe degna di una scenetta di Benny Hill o di Renato Pozzetto e Paolo Villaggio ne Le Comiche.

Quanto è accaduto, infatti, alle 4 del mattino di ieri al distributore Stom di via della Circonvallazione a Fucecchio ha del tragicomico e anche dell’incredibile: un uomo, che aveva rubato un trattore in un’azienda agricola della zona, ha deciso di abbattere col muso del mezzo la struttura (al cui interno c’erano circa 1000 euro) dove si inseriscono le banconote per il self service. Prima ci è passato sopra, poi ha provato a caricarlo con delle pale posteriori tipo muletto, poi c’è montato sopra all’indietro e in avanti e ha pure rischiato di ribaltarsi; il tutto, probabilmente, perché aveva capito che non riusciva a caricarlo e che quindi l’unico modo per rubare i soldi era distruggerlo passandoci sopra col trattore.

Il problema – per il ladro, s’intende – è che non aveva tenuto conto che si tratta di strutture rinforzate e blindate, che infatti nella maggior parte dei casi vengono fatte esplodere oppure aperte con lance termiche. In tutto questo trambusto il trattorista improvvisato ha anche rischiato di colpire una colonnina di rifornimento, col pericolo reale di combinare un disastro se fosse scattata una scintilla. Il tentato furto è durato circa 3 minuti, il tempo utile per far giungere sul posto una pattuglia della vigilanza privata; il sistema d’allarme, infatti, ha mandato un segnale di sos appena è stato abbattuto l’accettatore. Quando è arrivato il metronotte, il ladro (a volto coperto) si è dato alla fuga a piedi (e a mani vuote) passando da dietro il distributore, sparendo nei campi che portano alla zona industriale della Querciola. E lasciando, ovviamente, il trattore sul posto. Che poi è stato recuperato danneggiato da un carroattrezzi.

Il distributore colpito è quello della famiglia Baldini–Fefè, che negli ultimi 7 anni ha subito oltre 10 fra furti e tentati furti; primo di questo qualcuno aveva anche tentato di scassinare un piccolo distributore di film, senza riuscirci. Oltretutto a Fucecchio eventi del genere si stanno susseguendo a pieno ritmo in questo 2021: prima al distributore Aquila di via Pistoiese, poi all’autolavaggio Car Wash Fucecchio in via Battisti e infine allo Stom. Episodi che hanno in comune lo stesso finale: ladro che scappa senza niente in mano, dopo aver provato in tutti i modi ad aprire o a sfondare gli scambiamonete oppure le colonnine del self service. Non è escluso che si tratti sempre della stessa persona ma su questo stanno indagando i carabinieri di Fucecchio, che intanto hanno acquisito i filmati. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri