Il Tirreno

Pistoia

Calcio toscano dilettanti
Serie D

La Pistoiese adesso ci crede: espugna Forlì e vola a -2

La Pistoiese adesso ci crede: espugna Forlì e vola a -2

Lo svantaggio iniziale recuperato grazie a lucidità e determinazione

27 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





FORLI'. La Pistoiese ringrazia sé stessa, per aver battuto 3-2 il Forlì, e anche la Bagnolese, che, fermando sull’1-1 la Giana Erminio, le ha permesso di ridurre ancora la distanza dalla vetta, ora lontana solo 2 punti. La capolista, che mercoledì aveva allungato a +4 grazie al successo nel recupero contro il Prato, adesso avverte di nuovo la pressione della formazione di Consonni, al quarto successo consecutivo.

Quello di ieri al Morgagni vale se possibile più dei precedenti 3, perché ottenuto in uno scontro diretto ad alto coefficiente di difficoltà: l’andamento imprevedibile della partita mette in evidenza le qualità caratteriali ancorché tecniche della Pistoiese, capace di reagire alle avversità con determinazione e lucidità.

Consonni conferma in blocco la formazione che domenica scorsa ha sbranato il Carpi, con Urbietis e Macrì in panchina. Su un terreno reso piuttosto insidioso dalla pioggia, gli arancioni devono adattarsi e dimostrano di saperlo fare. A sbloccare il risultato è però il Forlì, con Varriale, che, al 16’, trasforma un calcio di rigore da lui stesso procurato (stretto nella morsa di Caponi e Arcuri in area): l’arbitro indica il dischetto senza esitazioni ma la decisione desta molte perplessità tra gli arancioni. Che reagiscono con efficacia e prontezza allo svantaggio, siglando il pari appena un minuto dopo, con Barzotti che infila De Gori con un pregevole pallonetto su suggerimento di Di Biase.

Galvanizzata dal gol, la Pistoiese continua ad attaccare alla ricerca del raddoppio, che arriva al 29’, proprio grazie al talentuoso 17enne acquistato a gennaio dalla Juve ma rimasto in prestito fino al termine della stagione: su suggerimento di Sighinolfi, l’attaccante è freddo quanto serve per superare De Gori e raggiungere a sua volta la doppia cifra. Chi pensa che a quel punto la gara si metta in discesa per la Pistoiese si sbaglia, considerato che a ridosso dell’intervallo il Forlì sfiora il pari: Nardella colpisce il palo dopo una mischia nell’area ospite.

Il 2-2 giunge in avvio di ripresa, siglato da Piva, che lascia partire un sinistro su cui Valentini nulla può. Proprio nel frangente che segue il pari dei romagnoli emerge la forza della Pistoiese, che rimane fedele al suo gioco e non si lascia destabilizzare. E a metà ripresa ecco il nuovo vantaggio: su cross di Barzotti, Andreoli di testa spedisce il pallone alle spalle di De Gori. Sarà il gol decisivo. Il Forlì infatti si riversa in avanti per provare a pareggiare ancora una volta, ma di pericoli veri in sostanza ne crea uno soltanto, con Caprioli che da buona posizione non trova la porta. L’assalto dei romagnoli è infatti frutto più della forza della disperazione che non della lucidità delle idee, e così per Caponi e compagni è meno complicato conservare il 3-2 fino ai tre fischi di chiusura dell’arbitro, ottenendo una vittoria che rafforza la candidatura per un immediato ritorno tra i professionisti.

E adesso il calendario tende la mano agli arancioni, che domenica prossima al Melani ospitano il Salsomaggiore ultimo in classifica, con l’allettante prospettiva di ottenere altri 3 punti, quanto meno per restare in scia alla Giana Erminio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
L’incidente

Gavorrano, scontro fra tre macchine: tre persone ferite e portate in ospedale