Il Tirreno

Pistoia

Basket

La Tesi ritrova l’ex Utomi: «Pistoia è un gran gruppo»

di Tiziana Gori
La Tesi ritrova l’ex Utomi: «Pistoia è un gran gruppo»

Domenica l’ala di Chiusi ospiterà Della Rosa e compagni

17 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. «Sono felice di ritrovare Pistoia, rivedrò e mi confronterò coi miei ex compagni. È stimolante giocare con loro, stanno facendo un campionato pazzesco. Veramente di alto livello. Ricordo con piacere Pistoia, è stata una tappa fondamentale nella mia crescita professionale».

Daniel Uzodinma Utomi, 26 anni il prossimo 7 marzo, ala di 198 centimetri con doppio passaporto americano e nigeriano, è l’ex più “fresco” della sfida tra Umana Chiusi e Tesi Group. Un ex che a Pistoia non ha fatto male: 14, 2 punti e 4 rimbalzi in 29, 6 minuti di utilizzo nelle 26 partite del Girone verde. Medie scese a 10, 75 punti e 3, 75 rimbalzi in 28, 2 minuti nelle 4 partite della fase a orologio e 11 punti e 4, 1 rimbalzi in 31, 2 minuti nelle 10 partite della fase playoff.

Utomi si è accasato con il San Giobbe Chiusi a novembre. Viaggia a una media di 13,1 punti a partita, secondo miglior realizzatore, alle spalle di Lester Medford (18 punti di media a gara). Anche contro Pistoia, a fine novembre, Medford è stato il più efficace dei suoi (13 punti) contro una truppa biancorossa che peraltro ha avuto vita abbastanza facile sul parquet del PalaCarrara. Risultato finale di una partita a difese serrate 63-47.

Nella 22ª giornata di regular season le due toscane del Girone rosso di A2 si ritrovano, e lo fanno in posizioni di classifica opposte: Pistoia prima a pari merito con Forlì (34 punti e un posto nel Girone giallo della fase a orologio praticamente blindato), mentre Chiusi lotta nelle sabbie mobili del penultimo posto (ma in una classifica corta) in folta compagnia. Quattordici punti per la compagine di coach Bassi, insieme a San Severo, Ravenna e Mantova, davanti solo al fanalino Chieti. Non una stagione facile per Giovanni Bassi, ex coach del Bottegone Basket. Gli altri ex biancorossi del San Giobbe sono Matteo Martini e Davide Bozzetto. Ma l’ala americana cresciuta cestisticamente all’università di Akron, in Ohio, avrà un ruolo di primo piano nel derby del palazzetto di Chiusi Scalo. «Sono contento di trovare la Tesi così in alto – afferma Utomi – Sono veramente un gran gruppo, e penso che faranno molto bene anche nella post season».

Il giocatore di cui, secondo te, Pistoia non potrebbe fare a meno? «Non posso dire un solo nome, non sarebbe giusto. Stanno giocando tutti una stagione eccellente».

E i tuoi obiettivi? «Sempre gli stessi: cercare di arrivare con la squadra ai playoff. So che sembra un traguardo arduo, ma abbiamo imparato a pensare partita per partita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
La violenza

Viareggio, tre adolescenti aggrediti e picchiati a colpi di casco vicino a un bagno

di Donatella Francesconi e Roy Lepore