Il Tirreno

Pistoia

La Lima, Sabrina riapre l'unico alimentari in paese: «Due anni difficili per la malattia, ma questo è un servizio»

di Carlo Bardini
La Lima, Sabrina riapre l'unico alimentari in paese: «Due anni difficili per la malattia, ma questo è un servizio»<br type="_moz" />

La nuova sfida di Sabrina Piccinetti con il suo “Antichi Sapori”. Che ora include un angolo caffetteria

29 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





LA LIMA. Dopo aver superato alcuni problemi di salute, Sabrina Piccinetti non ha messo tempo in mezzo, e, dopo due anni di chiusura obbligata, da una settimana ha riaperto il suo negozio “Antichi Sapori”, a La Lima, aggiungendoci anche l’angolo caffetteria.

Un doppio successo, sia personale per Sabrina, cinquant’anni da poco compiuti, che per il piccolo paese montano, che è tornato ad avere un luogo di ritrovo oltre che di spaccio alimentare. Infatti, la popolazione, in questi due anni di chiusura, si doveva spostare nelle frazioni vicine anche solo per comprare un po’ di pane. Adesso è un continuo via vai di paesani nel negozio di Sabrina, sia per un saluto che per fare la spesa. Con lei pronta, col sorriso sulle labbra e il cuore pieno di emozioni, ad accogliere con simpatia tutti i clienti che varcano la soglia.

«Ho gestito questo locale per 17 anni consecutivi – racconta – Poi, per problemi di salute, ho dovuto arrendermi e chiudere l’attività. Oggi i brutti ricordi e le difficoltà sembrano essere ormai alle spalle e ho sentito davvero il bisogno di tornare attiva e a contatto con i miei clienti. Prima di tutto ho riaperto il locale per me, per sentirmi stimolata, ma anche perché è un servizio alla popolazione. Pensi – prosegue – che durante lo scorso fine settimana sono passati cinque ciclisti che si sono fermati da me e che erano clienti abituali prima della chiusura. Si ricordavano tutto e hanno tanta apprezzato che avessi riaperto. Per me è stata davvero un’emozione».

Non solo un negozio di alimentari. La Lima, con le sue poche anime, manca di tanti servizi e Sabrina offre anche la possibilità di fare merende, passare del tempo a socializzare, degustare pizze, dolci e focacce fatte nel proprio laboratorio: E di acquistare anche qualche capo di abbigliamento. «Grandi cambiamenti rispetto al passato non li ho fatti – sottolinea – ma ho voluto aumentare l’offerta col servizio di caffetteria, per dare un intrattenimento in più».

Sembra quindi di essere tornati indietro di alcuni anni a La Lima. Nella parte bassa dello stesso stabile lavora ancora suo marito Andrea Innocenti assieme al figlio Michael, in settori professionali diversi.

«Ciò che mi dà davvero soddisfazione – aggiunge Sabrina Piccinetti – è che in queste ore continuo a ricevere telefonate di conoscenti che mi chiedono se è vero che ho riaperto il negozio, ricevendo i loro complimenti e la loro contentezza nel sapere che in paese è tornato un punto di ritrovo attivo. Così come altri lo fanno su Facebook».

E la conferma arriva anche da un compaesano, Valerio Sichi, ex sindaco dell’allora Comune di Piteglio. «Quello di Sabrina – commenta – è un servizio importante per La Lima. Avere in paese un negozio di alimentari, che non ci costringe a spostarci altrove, rappresenta un grande vantaggio per tutti noi. Ma non solo. Il valore di questo locale sta anche nel fatto che permette la socializzazione, è un punto di ritrovo dove scambiare due chiacchiere».

Il locale di Sabrina è a conduzione famigliare e lei stessa le piace sottolinearlo: «Si chiama “Antichi Sapori” come le iniziali mie e di mio marito: Andrea e Sabrina».l
 

Primo piano
L’analisi

Astensionismo in Toscana, da Berlinguer a Vannacci perché alle Europee si vota sempre meno

di Libero Red Dolce e Federica Scintu