Il Tirreno

Pistoia

Senso civico

L’Asl lascia i bigliettini di rimprovero sulle auto per fermare la sosta selvaggia all’ospedale

di Luca Signorini
L’Asl lascia i bigliettini di rimprovero sulle auto per fermare la sosta selvaggia all’ospedale

Pistoia, iniziativa dell’Asl e delle guardie giurate per avvertire gli automobilisti

31 marzo 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. Non è evidentemente bastato il servizio di vigilanza con guardie giurate a far terminare la sosta selvaggia nei dintorni dell’ospedale San Jacopo, che oltre a provocare il caos viabilità nella zona impedisce anche il libero transito dei pullman della linea H del trasporto pubblico locale (una circolare ogni 20 minuti per l’ospedale cittadino).

Questo perché da alcuni giorni, in accordo con la direzione sanitaria dell’Asl Toscana Centro, le stesse guardie giurate della società Sicuritalia - incaricate dalla stessa Asl - stanno utilizzando un ulteriore metodo di persuasione soft nei confronti degli automobilisti indisciplinati.

Ovvero quello di lasciare sotto i parabrezza dei mezzi posteggiati alla rinfusa un volantino esplicito: “Sei consapevole di aver parcheggiato in sosta vietata? Stati ostacolando la circolazione dei mezzi pubblici”, c’è scritto nel foglio bianco che tanti automobilisti si sono ritrovati a leggere una volta tornati alla propria automobile.

Protesta civile insomma che richiama al senso civico e al rispetto per gli altri, che in questa storia decine di pistoiesi dimostrano di non avere, in barba alle più elementari regole della convivenza pacifica.

«La situazione è migliorata rispetto al passato anche per le misure straordinarie che abbiamo dovuto adottare, ma comunque non è risolta del tutto – spiega Lucilla Di Renzo, direttrice sanitaria al San Jacopo – cerchiamo di mantenere in maniera idonea e in sicurezza l’accesso all’ospedale, con le auto che non possono sostare ostruendo l’afflusso dei cittadini e anche le manovre dei mezzi pubblici. Sono provvedimenti che avremmo voluto evitare, ma sul senso civico delle persone non abbiamo purtroppo potuto far conto più di tanto». Di Renzo sottolinea poi la presenza nell’area ospedaliera di un parcheggio completamente gratuito e di un altro a pagamento nelle vicinanze.

Sulla vicenda sosta selvaggia erano intervenuti anche i sindacati e gli autisti della linea H, oltre al Comune di Pistoia che però nell’area privata del San Jacopo non può far intervenire gli agenti della polizia municipale. Sarebbero multe in serie. Adesso spuntano pure i volantini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto