Il Tirreno

Pistoia

vaccinazioni a vignole 

Via al nuovo centro «Ma per aprire anche il pomeriggio servono volontari»

Tiziana Gori
Via al nuovo centro «Ma per aprire anche il pomeriggio servono volontari»

L’obiettivo è raddoppiare le dosi a partire dal 10 gennaio Appello alle associazioni da Misericordia e Croce rossa

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Tiziana Gori

quarrata. Il centro vaccinale all’interno del Forum Banca Alta Toscana può garantire 360 vaccinazioni per le sei ore di apertura mattutina, ma l’obiettivo – dal 10 gennaio – è riuscire a portarle al doppio. Almeno 700, tenendo aperto anche nel pomeriggio.

«Con la possibilità dei booster (richiami, ndr) già dopo quattro mesi, prevediamo un ulteriore incremento della richiesta di vaccinazioni», commenta il dottor Renzo Berti, direttore del Dipartimento prevenzione dell’Asl Toscana Centro. Servirebbero uno o due medici in più in organico, ma sarebbe in primo luogo necessario un impegno delle associazioni di volontariato, chiamate a gestire l’accoglienza. Misericordia e Croce rossa di Quarrata hanno dato, al momento, la loro disponibilità al mattino. E gestire anche il pomeriggio sarebbe, spiegano i presidenti delle due associazioni, Francesco Convalle e Claudio Cibella, «molto, molto complicato».

«Oltre all’accoglienza nell’hub di Vignole abbiamo i nostri servizi sulle ambulanze, i trasporti sociali, e i tamponi». Servizio, quest’ultimo, che impegna i volontari della Misericordia il mercoledì, e quelli della Croce rossa il sabato e il giovedì. Insomma, c’è un appello ad altre associazioni pistoiesi per riuscire a potenziare l’offerta di Vignole, che è l’unico hub “non Asl” presente in provincia dopo la chiusura del palazzetto di Montecatini, dell’Mcl San Biagio e della cattedrale ex Breda a Pistoia.

Una sala polifunzionale da 700 posti, luminosa, grandissima, nuova di zecca, messa a disposizione dalla Banca Alta Toscana. «Dai nostri soci – specifica il presidente Alberto Vasco Banci – che ringraziamo. Siamo una Banca di comunità, una cooperativa di oltre 8. 300 soci che persegue lo sviluppo del territorio, non solo in campo economico, ma anche negli aspetti sociali e culturali. Per questo, negli ultimi 2 anni avevamo già donato 180mila euro per fornire respiratori polmonari alle terapie intensive degli ospedali di Pistoia, Prato ed Empoli, e per contribuire all’allestimento del centro vaccinale Pegaso di Prato. Adesso, mettendo a disposizione il Forum appena inaugurato desideriamo fare la nostra parte per favorire una spinta ulteriore alla campagna vaccinale, in un momento molto delicato per la rapida diffusione del Covid, determinata dalla variante Omicron».

«È l’hub vaccinale più bello dell’Asl Toscana Centro», commenta senza timori Berti. «Siamo partiti con 360 dosi al giorno, usando 5 degli 8 box disponibili, ma vogliamo passare dalle 9mila dosi giornaliere somministrate, a oggi, nell’Asl Centro, a 14mila complessive dopo il 10 gennaio». Data in cui, appunto, il tempo dei booster sarà accorciato a quattro mesi.

L’impennata dei contagi (485 ieri in provincia di Pistoia) non lascia tranquilli. E la situazione tamponi è di quelle che fanno rizzare i capelli. Quasi impossibile riuscire a prenotare un molecolare sul portale della Regione. Berti “benedice” senza induci l’ordinanza del presidente Giani: il solo tampone rapido per stabilire la positività o meno al Covid «è sufficiente. Al 90 per cento il molecolare conferma la diagnosi del test rapido». Servono più drive through, più luoghi fisici e volontari per eseguire i tamponi, gli viene fatto notare: «L’imbuto dei tamponi molecolari – risponde Berti – è l’analisi dei laboratori. Ed è su quella che stiamo cercando di spingere. La Regione ci chiede di arrivare a 20mila tamponi al giorno, attualmente superiamo di poco i 10mila».

«L’apertura dell’hub di Vignole – afferma Marco Mazzanti, sindaco di Quarrata – è un risultato importante per tutta la Piana. È il frutto di una collaborazione collettiva: il Comune, la Banca, l’Asl, il mondo del volontariato. Ringrazio tutte le persone che si sono adoperate per arrivare a questo traguardo. Rinnovo l’invito a vaccinarsi. A mio avviso il solo modo per uscire il prima possibile dalla pandemia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lo schianto

Morto a 32 anni in Autostrada a Carrara: chi era Samuel e le prime ipotesi sulla tragedia