Il Tirreno

Pisa

L’iniziativa

Il Parco di San Rossore in mano ai giovani: il progetto in nome della promozione e del rispetto ambientale

di Roberta Galli

	I firmatari dell'accordo per la promozione e valorizzazione del parco di San Rossore 
I firmatari dell'accordo per la promozione e valorizzazione del parco di San Rossore 

Il protocollo di intesa è stato firmato tra Lorenzo Bani e Riccardo Gaddi, presidente e direttore dell’ente Parco, e la preside Gaetana Zobel, dirigente scolastica del liceo artistico Russoli di Pisa e Cascina

20 aprile 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. L’obiettivo è quello di diffondere l’arte attraverso la cultura ambientale e paesaggistica, oltre alla promozione del turismo sostenibile e alla valorizzazione dell’espressione artistica. Tutto questo grazie ai giovani che si faranno ambasciatori all’interno del Parco di San Rossore. È questo il cuore di un protocollo di intesa, firmato mercoledì 19 aprile nella sede del Parco, tra Lorenzo Bani e Riccardo Gaddi, presidente e direttore dell’ente Parco, e la preside Gaetana Zobel, dirigente scolastica del liceo artistico Russoli di Pisa e Cascina. 

Al centro dell’accordo una serie di iniziative che vedranno in prima linea gli studenti, tra formazione, creatività ed attenzione all’ambiente. Una collaborazione importante iniziata già lo scorso anno con alcuni momenti, sempre nel Parco, e culminata con la mostra delle opere dei ragazzi del Russoli presso il centro Giacomini durante la rassegna estiva ViviParco. Un percorso che adesso si rinnova per dare vita ad altri eventi culturali. «Il Liceo Russoli è una realtà importante e attiva del nostro territorio e subito ci siamo messi a disposizione – ha spiegato Bani: – è molto importante trasmettere ai più giovani i valori del rispetto della natura, coinvolgendoli nelle attività che si possono fare per promuovere l’attenzione all’ambiente. Gli stessi studenti potranno rielaborare quanto appreso esprimendosi e comunicando attraverso le loro opere che saranno esposte nel corso di ViviParco».

Ma non solo: «Abbiamo voluto questo accordo perché il Parco sia vissuto appieno nella sua bellezza, e con i ragazzi possa diventare ancora di più un punto di riferimento per tutti». Soddisfazione è stata espressa anche dalla preside del Russoli: «La nostra scuola ha sempre privilegiato percorsi didattici che pongono un accento particolare sulle varie forme in cui si esprime il rapporto tra gli esseri umani e l’ambiente naturale, ma l’occasione che ci si prospetta davanti, grazie alla sinergia con l’ente Parco, ci sposta ad un livello molto più coinvolgente. Crediamo che il percorso “VerdeVerde” offra ai nostri studenti e alle nostre studentesse la possibilità di vivere esperienze concrete di impegno civile con grande spessore educativo grazie al contesto in cui potranno svolgersi e grazie all’impegno che la scuola e l’ente stanno mettendo per creare rapporti istituzionali forti che nascono dal riconoscersi come portatori di valori comuni». Presente alla firma anche la professoressa Rita Ristori. Tra le attività previste: formazione degli studenti nel Parco, eventi ed incontri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri