Il Tirreno

Pisa

tra Pisa e san giuliano 

Via ai lavori ai campi della Fontina

Via ai lavori ai campi della Fontina

Il comitato incontra la Provincia: trattativa in corso sulla futura gestione

13 gennaio 2018
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. Inizieranno probabilmente la prossima settimana i lavori di messa in sicurezza dei campi sportivi della Fontina.

Ieri mattina, i tecnici della Provincia, ente proprietario dell’area che sorge tra i comuni di Pisa e San Giuliano Terme, hanno effettuato un sopralluogo per pianificare l’intervento affidato alla ditta Napi Edilizia ed Impianti Srl di Castelfranco di Sotto con uno stanziamento di circa 25.000 euro da parte dell’ex ente di piazza Vittorio Emanuele. L’obiettivo è di eliminare tutti i possibili pericoli per l’incolumità pubblica, in particolare dai due campi da tennis e dai due di calcetto. Saranno rimosse le porte dai campi da calcetto, usurate dal tempo, e i pali dell’illuminazione. Saranno inoltre ripristinate le reti di recinzione e apposti dei dispositivi di gomma sui cordoli. Interventi che trasformeranno la vasta area, rimasta chiusa e in stato di abbandono per anni e nel 2012 occupata dal comitato “Nuova periferia polivalente”, in un “parco pubblico” e quindi aperto a tutti.

Giovedì scorso, intanto, è ripresa l’interlocuzione tra la Provincia e il comitato che da oltre cinque anni sta gestendo gli spazi dopo aver sostenuto alcune opere di riqualificazione e di manutenzione, che nel novembre 2016 ha anche presentato un progetto di riqualificazione degli spazi insieme alla società sportiva Freccia Azzurra chiedendo all’ente proprietario l’assegnazione diretta dell’area (un piano che prevede una completa riqualificazione degli spazi e la messa in sicurezza di tutte le aree per dar vita ad un “parco pubblico per lo sport” con impianti sportivi fruibili da tutti gratuitamente).

Alla Provincia, il comitato ha ribadito la volontà di non lasciare l’area, ma la futura gestione resta il grande punto interrogativo. Ogni proposta, anche quella avanzata dalla Nuova periferia polivalente - sostenuta dai comitati della Fontina e di via Battelli -, deve passare da un bando pubblico (già annunciato dalla Provincia a fine 2016, ma mai pubblicato).

Una possibile permuta tra la Provincia e il Comune, potrebbe però cambiare gli scenari e i possibili utilizzi dell’area sportiva, da tempo al centro di un braccio di ferro tra l’ex ente di piazza Vittorio Emanuele e la Nuova periferia polivalente che per due volte (l’ultima poche settimane fa) ha portato alla chiusura dei cancelli con catene e lucchetti e alla successiva riapertura degli spazi. L’intervento di messa in sicurezza dell’area è stato comunicato al comitato ad inizio gennaio. I lavori dovrebbero partire la prossima settimana e potrebbero rappresentare il primo passo per definire il futuro dell’area.

Danilo Renzullo

©RIPRODUZIONE RISERVATA.
Primo piano
La sentenza

Pisa, morto a 52 anni per l’amianto respirato sulle navi della Marina: la figlia risarcita dopo 24 anni

Il commento audio

Morte di Mattia Giani, il direttore del Tirreno alla partita della vergogna: «Una crudele idiozia»