Il Tirreno

Calcio

Atletico Piombino. È caccia ai punti dopo otto turni in striscia negativa

di Michele Falorni
Riccardo Venturi alllenatore Atletico Piombino
Riccardo Venturi alllenatore Atletico Piombino

Domenica la trasferta sul campo del Porta Romana per ritrovare il sorriso

03 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Non c’è un minuto da perdere e Riccardo Venturi conferma che «abbiamo un solo risultato a disposizione»: vincere sul campo del Porta Romana. Domenica, il Piombino dovrà battere in tutti i modi i fiorentini, prendere tre punti e muovere la classifica.

Ritrovando il successo e chiudendo la parentesi negativa. Come per tutte le squadre che cercano la salvezza, gli scontri diretti sono la bussola alla quale affidarsi per tracciare la rotta e navigare evitando gli imprevisti. Una sfida che i ragazzi vogliono orientare per rimanere in Promozione e aggiungere esperienza dopo mesi faticosi e non privi di alti e bassi. Per l’impegno profuso lo meriterebbero, però devono ritrovare l’equilibrio giusto.

«Durante la settimana scorsa – dice mister Venturi – abbiamo svolto due allenamenti sul nostro campo e disputato una partitella sul terreno del Salivoli, formazione di Seconda categoria. Sono soddisfatto, perché ho visto impegno e gioco collettivo. Il risultato in questi casi ha valore relativo, poiché a scavare la differenza è il modo in cui i tesserati affrontano la gara». Che aggiunge: «A me sono piaciuti. E poi, non dimentichiamolo, certi confronti permettono di mantenere la condizione fisica in vista delle gare ufficiali e del mese che manca alla fine della stagione regolare, quando avremo il verdetto definitivo».

Con i numeri sott’occhio, in società tireranno le somme. Siccome la situazione non è semplice, l’allenatore ricorda che per salvarsi senza passare dalla forca degli spareggi, una lotteria di cui tutti farebbero volentieri a meno, serviranno dai 35 ai 36 punti in classifica. Il Piombino è a quota 29, come il Castiglioncello, e gliene mancano almeno sei con cinque partite ancora da disputare.

Sul rodeo 2023-24, il sipario calerà il 5 maggio e c’è dunque un mese esatto per tentare l’impresa salvezza. La striscia negativa dei nerazzurri dura da otto turni e mai come questa domenica è necessario cambiare assetto.

La pausa, prevista dal calendario per via del Torneo delle Regioni e della Pasqua, nasconde spesso spiacevoli sorprese. A tutte le latitudini, il dubbio è sempre lo stesso: ritrovare subito il migliore rendimento psicofisico, indispensabile per gestire la partita evitando guai seri.

«Ci saranno altri scontri diretti e pure gli altri – conclude Venturi – affronteranno le prime della classe, ovvero San Miniato Basso, Sestese e Belvedere. Noi intanto pensiamo a ciò che ci attende. Siamo al lavoro da martedì e proseguiremo fino a venerdì. Non abbiamo squalificati e nemmeno infortunati. Per quanto riguarda il recupero dei portieri, non dovrebbero esserci problemi. Ma ripeto: domenica dobbiamo prendere tre punti». Il Porta Romana, conferma la classifica, è ultimo con sole dieci lunghezze. Ha vinto soltanto due volte, pareggiato quattro e perso 19 partite, incassando 54 gol – peggiore difesa del girone B – e segnandone appena 13. Ad occhio, non è imbattibile, però domarlo non sarà facile.

 

Primo piano
L’addio

Morte di Mattia Giani, chiesa gremita per l'ultimo saluto al calciatore. La fidanzata: «Sarai sempre la metà del mio cuore»