Il Tirreno

Il caso in città

Piombino, vandali in azione in centro: gomme forate a due mezzi

di Gabriele Buffoni

	Le gomme squarciate al furgone Quargo in via Lombroso
Le gomme squarciate al furgone Quargo in via Lombroso

Colpiti i furgoni di due attività del posto parcheggiati in aree di carico-scarico

29 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Non sa darsi una spiegazione. Da trent’anni vive in via Cellini e ormai, in zona, conosce praticamente tutti. Per questo Omar (nome di fantasia per identificare un muratore di 56 anni che preferisce mantenere l’anonimato) tende ad escludere che all’origine di quanto avvenuto ai suoi danni ci sia una ritorsione o una qualche forma di vendetta privata. «Io faccio solo il mio lavoro, non ho mai dato fastidio a nessuno» racconta, sconsolato. Nonostante questo però quando ieri mattina (giovedì 28 dicembre) intorno alle 7,30 si è avvicinato al suo furgone Quargo parcheggiato come sempre in un’area di carico-scarico all’incrocio tra via Lombroso e via Cellini si è accorto subito che qualcosa non andava: tre dei quattro pneumatici del mezzo (i due posteriori e quello anteriore destro) erano completamente a terra. Squarciati dalla lama di qualcuno che intenzionalmente ha preso di mira il furgoncino con cui Omar si guadagna da vivere muovendosi da un cantiere a un altro. E sul quale ha tutti i suoi strumenti del mestiere. «Ho parcheggiato qui mercoledì sera alle 17,30 e alle 19 sono tornato a prendere dei documenti ed era tutto a posto – racconta – quindi chiunque sia stato deve aver agito nottetempo».

Dettagli, questi, che il 56enne ha riferito anche ai carabinieri di Piombino a cui ha presentato denuncia contro ignoti per danneggiamenti. Trovandosi in buona compagnia: nella stessa notte tra mercoledì e ieri infatti i vandali (presumibilmente gli stessi) hanno colpito anche un altro mezzo – un furgoncino Fiat Strada – parcheggiato sempre in una zona di carico-scarico. Stavolta in via Cellini, direttamente davanti all’ingresso della pasticceria Romano. «È il furgone con cui ogni mattina faccio le consegne – racconta Gianna Del Zoppo, una dei soci titolari dell’attività e proprietaria del mezzo – era parcheggiato lì dalle 19 di mercoledì: i miei colleghi sono entrati al lavoro intorno alle 2 del mattino, io sono arrivata circa un’ora più tardi per iniziare le consegne intorno alle 3,30-4». È stato allora che la donna si è accorta che non si trattava di una sola gomma a terra dovuta a un eventuale incidente: al furgone sono state squarciate sia la gomma posteriore che quella anteriore sinistre, lato strada.

«Sul momento ho avuto paura, non sapevo cosa pensare – racconta Del Zoppo – ho avuto ogni genere di pensiero, dopodiché mi sono dovuta arrangiare e ho gestito le consegne di ieri notte con l’auto. La stessa cosa dovrò fare ancora in questi giorni, almeno finché il gommista non riparerà al danno: purtroppo – spiega – avendo tagliato le gomme di due treni diversi e trattandosi di gomme speciali da carico servirà un po’ più di tempo. È un danno non da poco per noi – commenta – che ci complica parecchio il lavoro e lo smistamento di tutte le consegne. Spero solo che i nostri clienti non si lamentino per i possibili ritardi. Sospetti? Nessuno – conclude – ma ho fatto denuncia perché è sicuramente un atto a mio avviso molto grave». 

 

Primo piano
L’incidente sul lavoro

Massa Marittima, operaio muore in un cantiere edile dopo un volo di dieci metri: chi è la vittima