Il Tirreno

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Mercato pneumatici, consumatori sempre più attratti dall'e-commerce

Mercato pneumatici, consumatori sempre più attratti dall'e-commerce

Grazie all’ampia offerta dei siti specializzati si allarga il bacino degli utenti che cercano online non solo la convenienza, ma anche i servizi accessori e l'assistenza prima, durante e dopo l'acquisto

25 marzo 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Il mercato degli pneumatici di ricambio per auto e moto sta attraversando un momento complesso. L'effetto del conflitto in corso in Ucraina sta influenzando l'economia del settore in tutta Europa, mentre nuove dinamiche di consumo stanno modificando il rapporto tra i vari canali di vendita. Inoltre, altri fattori come il quadro normativo in evoluzione e le proposte tecnologiche di ultima generazione contribuiscono a rendere il panorama ancora più variegato. Questo complesso scenario richiede un'attenzione particolare da parte degli operatori del settore, che devono adattarsi alle mutevoli condizioni del mercato e alle esigenze dei consumatori.

L’evoluzione dell'e-commerce di settore

Negli ultimi anni, l'e-commerce degli pneumatici per auto e moto ha subito un'importante trasformazione, assumendo un ruolo più significativo all'interno del settore. In passato, i consumatori utilizzavano i siti web per raccogliere informazioni e confrontare i prezzi, ma poi effettuavano gli acquisti presso i punti vendita fisici, come carrozzerie e gommisti di fiducia. Questo approccio era dovuto dalla netta separazione tra i canali di vendita online e offline, mentre oggi si osserva una maggiore integrazione tra i negozi fisici e digitali. I consumatori sono più propensi c comprare direttamente online, compresi gli acquisti di pneumatici, grazie alla comodità e alla vasta scelta offerta dai negozi virtuali. Questa evoluzione ha contribuito a ridefinire le dinamiche di acquisto nel settore degli pneumatici, rendendo l'e-commerce un canale di vendita sempre più rilevante.

Nel processo di selezione degli pneumatici, gli utenti si affidano alle indicazioni del gommista di fiducia e alle informazioni reperite online. Contestualmente, confrontano le offerte dei rivenditori in negozio con quelle disponibili presso gli store online specializzati, considerando non solo il costo, ma anche i servizi accessori e l'assistenza offerti prima, durante e dopo l'acquisto.

E proprio in tal senso, un ottimo esempio proviene dallo store di Euroimport Pneumatici, un rivenditore specializzato, da molti anni vero e proprio punto di riferimento nel settore degli pneumatici per auto e moto. Gli utenti hanno a disposizione un’ampia gamma, che comprende prodotti di fascia media e gomme premium di ogni tipo (estive, invernali, multistagionali, per moto e scooter). Inoltre, Euroimport offre anche assistenza specializzata mettendo a disposizione una capillare rete di officine convenzionate per il montaggio degli pneumatici acquistati sul sito. Insomma, Euroimport rappresenta un interessante “case study” sull'evoluzione dell’offerta dell'e-commerce nel corso degli anni. L'obiettivo è quello di offrire al consumatore un'esperienza d'acquisto personalizzata che non solo soddisfi le esigenze economiche, ma anche quelle tecniche e pratiche.

Il dettaglio dell’andamento del mercato nel 2023

Il 2023 si è rivelato un anno complesso per il mercato europeo degli pneumatici, con dati commerciali pubblicati dall'European Tyre and Rubber Manufacturers Association (Etrma) che evidenziano un trend negativo in quasi tutti i segmenti merceologici di riferimento.

Nel report pubblicato lo scorso gennaio, il segretario generale dell' Etrma, Adam McCarthy, ha sottolineato come le cifre confermino i trend negativi osservati a partire dal giugno 2022.

“Questi risultati sono dovuti principalmente ad una contrazione della domanda - ha spiegato McCarhy alimentata dai costi inflazionati delle materie prime, dell'energia e del lavoro, così come alla riduzione delle risorse d'inventario all'interno dei canali di distribuzione”.

Nella nota stampa Etrma, infatti, si legge che " Nel 2023le vendite sono calate in tutti i segmenti di mercato, eccetto le gomme di ricambio, laddove le condizioni meteorologiche hanno sospinto i volumi di vendita degli pneumatici invernali e multistagionali. Ogni categoria di prodotto ha fatto registrare un trend negativo rispetto al 2022. I segmenti ad aver subito l'impatto maggiore sono state le gomme di ricambio per i veicoli agricoli (-30%), seguiti dagli pneumatici per bus e autoarticolati (-17%), da quelli per moto (-11%) e quelle di ricambio (-8%)”. Insomma, l'unico dato positivo è quello degli pneumatici “4 stagioni”, le cui vendite nel 2023 sono aumentate del 9%.

Primo piano
L’addio

Morte di Mattia Giani, chiesa gremita per l'ultimo saluto al calciatore. La fidanzata: «Sarai sempre la metà del mio cuore»