Il Tirreno

Montecatini

Il raid

Vandali contro la Cgil: scritte offensive

Vandali contro la Cgil: scritte offensive

La sede del sindacato è stata imbrattata: «Preoccupa la concomitanza con la diffusione dei dati elettorali»

27 settembre 2022
3 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. La parete esterna della sede della Cgil di Montecatini, in via Martiri del Padule, è stata imbrattata da ignoti con scritte offensive che equiparano il sindacato da sempre vicino al mondo della sinistra al nazismo.

Il segretario generale della Cgil Pistoia, Daniele Gioffredi, e la leader della Cgil Toscana, Dalida Angelini hanno sporto denuncia alla polizia di stato nella mattinata di ieri. «Non ci lasceremo intimidire – ha detto Daniele Gioffredi – da gesti come questo. Evidentemente c’è chi si sente autorizzato a fare azioni di questo tipo e ciò non è assolutamente accettabile. Chi non è d’accordo con la linea politica e sindacale della Cgil – ha proseguito il segretario della Camera del lavoro di Pistoia – sappia che le nostre sedi sono aperte tutti i giorni e lì un confronto civile e democratico è sempre possibile».

Dalida Angelini ha ricordato che venerdì scorso una bandiera fascista è stata appesa alla sede Cgil di Camucia, nel comune di Cortona, in provincia di Arezzo.

«Le nostre sedi – ha fatto notare la segretaria della Cgil toscana – sono da tempo sono oggetto di attacchi di vario tipo, dai neofascisti agli estremisti no vax».

La sede della Cgil di Montecatini non è nuova a episodi del genere. Posta all’incrocio fra viale Martiri del Padule e via Mazzini, si trova in una zona della città non coperta dal sistema di televigilanza che, invece, sorveglia con i suoi occhi elettronici sia il vicino incrocio del “San Francisco” (il più importante della città) che la vicina zona dello stadio, alle cui spalle si trova uno degli stalli per i pullman turistici che, anche in questi giorni, frequentano la città.

«Noi abbiamo effettuato una denuncia contro ignoti – ha precisato Daniele Gioffredi – e di conseguenza non ce la sentiamo di indicare dei potenziali sospetti. Tuttavia – fa notare il sindacalista – appare piuttosto strana la coincidenza fra una simile azione che io definisco vile e intimidatoria e la sera in cui sono stati diffusi i risultati elettorali.

Il sindacato – ha puntualizzato Gioffredi – non si lascia certo intimidire da simili atti. A riprova di questo, confermo la nostra partecipazione, come Cgil pistoiese, alla manifestazione in programma l’8 ottobre prossimo a Roma alla sede nazionale della Cgil a un anno di distanza dall’assalto squadrista che ne fece scempio».

In serata, le brutte scritte apparse al mattino sono state cancellate.

«Questo per non darla vinta ai violenti che pensano di intimidirci – ha concluso il sindacalista –– e per dimostrare che le loro ingiurie possono essere facilmente rimosse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
Esteri

Il presidente Usa Joe Biden: «Mi ritiro dalla corsa alla Casa Bianca». L’endorsement a Kamala Harris

Sport