massa
sport

Casano Matec bussa due volte con Lorenzo Giordani

Un ottimo viatico per il prossimo Giro della Lunigiana. Ottimo terzo posto per Ludovico Crescioli a Montecampione


20 agosto 2021 Aldo Antola


Massa. Altra grande giornata dei ragazzi del Casano Matec che per la terza domenica consecutiva vincono e piazzano altri compagni nei primi posti. Il ds Giuseppe Di Fresco ci aveva informato della divisione dei ragazzi in due distinte gare, più Bozicevich che sarebbe andato con la nazionale a correre gli europei su pista in Olanda. Gli altri due sono stati dirottati uno a correre la cronoscalata a Groppo, a Tresana qui vicino, nel Memorial Antonio Colò, grande appassionato di ciclismo e l’altro nella corsa internazionale di Montecampione a Brescia. Una gara, questa, molto dura, e soprattutto l’arrivo era situato in salita.

È un terreno adatto anche al portacolori della Casano Matec Crescioli e lo ha dimostrato a Casette ma nella gara bresciana la fuga di Mosca nel tratto finale non ha visto molta collaborazione fra gli inseguitori ed il fuggitivo è arrivato solitario all’arrivo. Per Crescioli, autore di diversi tentativi di recupero non è rimasto che ottenere un ottimo terzo posto. Tutti grandi risultati continui che dimostrano la grande condizione di Crescioli e della squadra.

L’altra gara, il Trofeo Colò, una cronoscalata disputata a Tresana frazione di Barbarasco, ha visto un grande Lorenzo Giordani che ha vinto nettamente superando atleti come il ceco della Franco Ballerini Martin Svrcek che è in testa alla classifica nazionale a punti con ben 14 vittorie e numerosi altri piazzamenti.

Giordani è andato molto forte confermando le indicazioni avute nelle ultime gare, anche per lui valido il test di Casette che lo ha visto fra i primi. Oltre al distacco inflitto al cecoslovacco giunto terzo, ha avuto la meglio anche verso i portacolori della fortissima Work Service che ha piazzato quattro atleti nei primi sette con Savino al secondo posto poi Raccagni, Tornabuoni e Sergiampietri.

La cronoscalata è una corsa bella ed appassionante soprattutto per gli sportivi che hanno la possibilità di vedere ravvicinati gli atleti sotto sforzo singolarmente. Una corsa tutta in salita, quindi non è “ben vista” soprattutto dai passisti o non grandi scalatori che cercano cosi di evitarla. Alla partenza ci sono quindi quasi tutti scalatori e la corsa diventa più equilibrata. Sbagliano però quelli che non partecipano per questo, perché è sempre una esperienza e la misurazione delle proprie possibilità. Comunque questi ultimi risultati del Casano Matec fanno bene sperare per le prossime gare e soprattutto per il prossimo Giro Della Lunigiana che si terrà a cavallo di agosto e settembre. Intanto è in preparazione anche il trofeo Buffoni.

Aldo Antola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.