Il Tirreno

Lucca

Lucca, premio Festival della Sintesi a Fiorello e Sigfrido Ranucci

Lucca, premio Festival della Sintesi a Fiorello e Sigfrido Ranucci

Lo showman non sarà a Lucca ma darà il suo contributo in video

30 maggio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Dal 19 al 23 giugno, nel complesso di San Pietro Somaldi, si terrà la nona edizione del Festival della Sintesi, manifestazione che anno dopo anno esplora e valorizza le “brevità intelligenti” praticamente in ogni ambito della cultura e della società. Fiorello e il giornalista Sigfrido Ranucci sono i vincitori dell’edizione 2024.

Anche quest’anno sono tanti e curiosi i temi proposti all’attenzione del pubblico, dal cibo per il corpo a quello per lo spirito, dal calciobalilla come sintesi del football ai modi di dire lucchesi, dalle ricerche scientifiche più incredibili del Premio IgNobel alla storia del pensiero breve. E ovviamente uno spazio speciale dedicato a Giacomo Puccini, grande protagonista di questo 2024, a Lucca e nel mondo. Il tutto sotto il faro della brevità. Non a caso il sottotitolo di questa edizione è “M’illumino di sintesi”. Gli appuntamenti sono tutti gratuiti e a ingresso libero. Il programma presto online su www. dilloinsintesi. it.

Il programma è stato presentato in San Micheletto da Alessandro Sesti, presidente dell’associazione “Dillo in sintesi” nonché ideatore del festival, assieme a Sirio Del Grande, componente del direttivo dell’associazione e storico moderatore dei vari incontri, e Daniela Marcheschi, membro del comitato scientifico del festival. Con loro anche Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Andrea Palestini, presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, e l’assessore Paola Granucci.

Sono stati annunciati anche i vincitori del premio per la televisione e di quello per il giornalismo che il festival assegna ogni anno. Rosario Fiorello si aggiudica quello per il piccolo schermo, mentre quello per il giornalismo va a Sigfrido Ranucci, che sarà protagonista della serata mercoledì 19 giugno alle 21, 15.

Fiorello non potrà essere a Lucca per ricevere il premio ma, nelle settimane scorse – dopo aver concluso la sua fortunatissima trasmissione – ha riaperto il Glass di Viva Rai 2 appositamente per il festival, per un incontro con tutta la sua squadra e il pubblico. Quasi una puntata speciale di Viva Rai 2 dedicata al premio “Dillo in sintesi”, rispetto al quale Fiorello ha espresso grande soddisfazione, visto anche il livello dei precedenti vincitori (Lilli Gruber e Paolo Pagliaro, Franca Leosini, Vincenzo Mollica, Antonio Ricci, Francesca Fagnani) . Non è mancato un affettuoso saluto a Lucca. La proiezione del video della consegna (della durata di circa 10 minuti) è prevista nella serata di mercoledì 19 giugno.

Il festival si aprirà nel segno di Puccini, proprio mercoledì 19 giugno, alle 18, 15, quando nella chiesa di San Pietro Somaldi si tenterà di tracciare un originale identikit del Maestro. In programma ci sono infatti sette brevi interventi della durata di cinque minuti ciascuno, dedicati ad altrettanti aspetti della figura di Puccini: il fotografo con Paolo Bolpagni; Puccini e il suo cibo preferito con Adolfo Lippi; l’universo femminile, la caccia, le automobili, le case, con Rossella Martina; Puccini e il cinema con Giorgio Simonelli; Puccini intellettuale e anticipatore con Daniela Marcheschi; la sintesi nelle opere liriche con GianPaolo Mazzoli e il rapporto con la città di Lucca, madre-matrigna, con Umberto Guidi. Puccini torna protagonista nella serata di sabato 22 giugno. Alle 21, 15 andrà in scena, infatti, lo spettacolo “Prime donne”, con Laura Morante. Tra gli altri appuntamenti, tre incontri dedicati al cibo con lo chef Cristiano Tomei (20 e 21 giugno, 17, 15) e la giornalista scientifica Agnese Codignola (21 giugno, 18, 15); una carrellata sulla storia del “pensiero breve”, dai Greci ai giorni nostri, con Ambrogio Borsani, romanziere e creativo pubblicitario (20 giugno 18, 15) . Venerdì 21 giugno al mattino è previsto un corso di BLSD a cura dell’associazione Mirco Ungaretti, mentre nel pomeriggio sarà a Lucca il giornalista Francesco Specchia, che presenterà i suoi podcast in dieci minuti (venerdì 21 e poi sabato 22, 19, 30) . Sabato 22, al mattino, il festival ospiterà il corso per giornalisti (riservato agli iscritti) dal titolo “Sintesi, veridicità, continenza: alle basi del testo giornalistico scritto, audio e audiovisivo”.l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Estate

Docce in spiaggia, niente divieto in Toscana: sì all’acqua non potabile, ma solo per quelle in più