Il Tirreno

Livorno

Calcio

Il Livorno bussa alla Juventus: piace Piras, portiere classe 2006

di Alessandro Lazzerini

	Il portiere Lorenzo Piras
Il portiere Lorenzo Piras

Arriverà anche un numero uno “over”, promosso in prima squadra Filippo Tani, del 2005

29 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Portiere over o portiere under? Il dubbio amletico della Serie D si presenta ogni sessione di calciomercato un po’ per tutte le squadre. E il Livorno non fa certo eccezioni.

Nelle scorse settimane vi avevamo già anticipato che quest’anno si sarebbe andati verso il mix tra gioventù ed esperienza: due giovani e un portiere over che possa giocare determinate partite, magari quelle con più pressione o in campi non facili, e fare anche da chioccia ai due ragazzi. É su questa base che si iniziano a registrare i primi movimenti tra i pali amaranto.

Intanto partiamo dal nome di Danko Ciobanu: il ragazzo, recentemente convocato nelle nazionali giovanile moldave, classe 2005, ha alcuni estimatori in categoria e la sensazione è che possa andare a giocare in una piazza più tranquilla per avere la certezza di fare 30 partite, in modo che il Livorno il prossimo anno se lo ritrovi con un’esperienza completa che qui non potrebbe fare. Chi è già in casa e dovrebbe restare nel pacchetto dei tre portiere è Filippo Tani. Classe 2005, ha iniziato il proprio percorso giovanile nell’Academy Livorno per poi passare alla Pro Livorno Sorgenti. Nelle ultime due stagioni ha fatto parte della formazione juniores del Livorno, mettendosi in mostra in tante occasioni, compresa la parte finale dei playoff.

Bravo nel giocare coi piedi, con la fama del “pararigori”, per lui sarebbe la prima esperienza in prima squadra e lo sarebbe nella squadra della sua città. Cosa non da poco. Accanto a lui, classe 2005, l’idea è quella di affiancare un 2006, in modo così da dare più soluzioni a mister Paolo Indiani. Il nome buono è quello di Lorenzo Piras, classe 2006, scuola Juventus, dove ha fatto tutto il settore giovanile, che lo scorso anno ha già giocato da sotto quota nel Bra, girone A di Serie D chiuso al sesto posto.

Per lui 26 presenze, con 11 “clean sheet” e 20 reti subite. Una stagione da protagonista che in pochi possono vantare alla sua età. Il Livorno è su di lui e la trattativa potrebbe chiudersi in breve tempo. Detto questo, a differenza della scorsa stagione, a fare da salvagente nei momenti difficili della stagione, qualora ci siano, ci sarà comunque un profilo over ancora da individuare. Prosegue, quindi, la costruzione della squadra amaranto che al momento ha dieci giocatori tra le mani tra confermati e nuovi innesti che verranno ufficializzati a partire dal 1° di luglio.

Questo weekend sarà decisivo anche per Federico Russo. La trattativa con il trequartista classe 1997, ex San Donato Tavarnelle e Lucchese, è sempre in piedi e mancano gli ultimi dettagli per portarla alla conclusione. Lui è in grande obiettivo del Livorno, il fuori categoria intorno a cui costruire l’attacco. E tra oggi e domani la speranza è che possa arrivare la tanto attesa fumata bianca che permetterebbe alla rosa amaranto di fare un salto di qualità non indifferente.


 

Primo piano
Turismo

Traghetti, è massima allerta all’Elba per la domenica dello sciopero. Anche a Piombino piano d'emergenza

di Gabriele Buffoni