Il Tirreno

Grosseto

amministrazione provinciale 

«Viabilità, scuole e aiuto ai Comuni» Limatola indica le sue priorità

Maurizio Caldarelli
«Viabilità, scuole e aiuto ai Comuni» Limatola indica le sue priorità

Dopo il giuramento ha assegnato le deleghe ai consiglieri E punta molto sullo spirito di collaborazione di tutti

31 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Maurizio Caldarelli

GROSSETO. «Vogliamo scrivere una pagina nuova della Provincia». Il presidente dell’amministrazione provinciale Francesco Limatola ha iniziato il mandato, dopo il giuramento e il primo consiglio. «È stata giornata emozionante – dice Limatola – perché quando si giura sulla Costituzione c’è la consapevolezza di un impegno importante. Grazie ai soldi che arriveranno dal Pnrr e dai fondi governativi può essere una stagione di ripresa per un ente che ha competenze importanti».

Limatola ha indicato quelle che sono le criticità e le prime mosse da fare. «La priorità dovrà essere data alla viabilità, alla manutenzione delle strade. Gli attuali 45 cantonieri, dei quali 7-8 andranno in pensione entro giugno non sono sufficienti, come le risorse. Dobbiamo assumere nuovi operai e provare ad avere uno stanziamento maggiore per l’ordinaria manutenzione. Mi sono tenuto la delega al bilancio per seguire una ristrutturazione necessaria. Abbiamo a disposizione un avanzo vincolato importante e dobbiamo vedere come utilizzarlo».

Il presidente punta anche all’edilizia scolastica: «Lo scorso 20 dicembre abbiamo partecipato ad un bando del Pnrr e a febbraio e marzo aderiremo ad altri due per rendere più belle e funzionali le nostre scuole». Limatola vuole anche di alzare il livello a supporto dei Comuni. «Dobbiamo essere maggiormente collaborativi – sottolinea – soprattutto nei confronti dei più piccoli, seguendoli con l’ufficio legale, le risorse umane. A breve avremo a disposizione due tecnici vincitori di un concorso a livello nazionale, che verranno messi a servizio dei comuni. Parteciperemo anche ad un bando di 10 milioni sui nuovi patti territoriali. La nostra amministrazione non sarà un susseguirsi di atti amministrativi: vogliamo esprimere un’idea di futuro». Limatola ha parlato di collaborazione tra consiglieri, di idee senza colore politico. «Quando i consiglieri sono solo amministratori – è più facile trovare delle convergenze. I problemi di Diego Cinelli sono quelli di Andrea Benini. Ora è importante iniziare subito a lavorare, non possiamo perdere un solo giorno». Le deleghe affidate ai consiglieri di maggioranza. Gianfranco Chelini vicepresidente, pianificazione territoriale di coordinamento, sviluppo economico e sviluppo rurale, polo agroalimentare; Valentino Bisconti, capogruppo, politiche sociali e alla persona, politiche dell’immigrazione, rapporti col volontariato e protezione civile, rapporti col consiglio provinciale, amministrazione trasparente e aree interne; Elena Nappi turismo e brand Maremma, riserve naturali e aree protette, ambiente e agricoltura, caccia e pesca, sistemi informatici e riduzione digital divide, Polizia provinciale; Andrea Benini, programmazione e lavori pubblici, strade e trasporti, politiche per la sicurezza e la legalità, patrimonio e politiche energetiche; Cecilia Buggiani, edilizia scolastica, politiche del lavoro, formazione, politiche giovanili e di genere, pari opportunità, sport, cultura. Il presidente ha riservato per sé: personale e bilancio, politiche comunitarie e fondi europei, Pnrr, progetto Provincia casa dei Comuni, società partecipate e Fondazione polo universitario.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La ricostruzione

Morto in moto a Grosseto, chi era il dentista Lapo Bernardi e la testimonianza: «Ho visto la manovra fatale»

di Maurizio Caldarelli