Il Tirreno

Firenze

Bambina scomparsa Firenze
L’inchiesta

Kata scomparsa a Firenze, dal Perù via libera alla rogatoria per sentire quattordici persone

di Matteo Leoni
Kata scomparsa a Firenze, dal Perù via libera alla rogatoria per sentire quattordici persone

Tra loro anche uno zio paterno della bimba, che si trova in carcere, e un suo compagno di cella

02 ottobre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. È stata accettata dalle autorità del Perù la rogatoria avanzata dai pm fiorentini che si occupano del caso di Kataleya Alvarez, la bimba di cinque anni scomparsa il 10 giugno scorso dall’ex hotel Astor.

Via libera dunque a sentire 14 persone residenti nel paese sudamericano. Tra loro, uno zio paterno di Kata, ristretto in un carcere in Perù, e un suo compagno di cella. Inoltre, parenti e persone in contatto con i familiari della vittima. Tutti saranno sentiti come persone informate sui fatti.

Il caso
Il capo dello Stato

Mattarella richiama Piantedosi: «L’autorevolezza della polizia non sono i manganelli»

di Libero Red Dolce
Le nostre iniziative