Il Tirreno

Empoli

parco di serravalle 

Sicurezza e tanta musica, che successo il Beat Festival

Sicurezza e tanta musica, che successo il Beat Festival

31 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Si è chiusa domenica sera la settima edizione di Beat Festival, che dal 25 al 29 agosto ha animato il parco di Serravalle di Empoli. Un'edizione di grande successo, che conferma la bontà del format anche nel suo formato ridotto Garden, adottato per rispettare le norme attualmente in vigore. Walkin', Cookin', Relaxin, il claim della manifestazione che ha portato al parco di Serravalle un pubblico numeroso ed eterogeneo. Giovanissimi, famiglie, adulti, si sono calati a pieno, per tutte e 5 le serate, nel clima del festival tra buon cibo, ottima birra e soprattutto grande musica.

«Il know-how che abbiamo raccolto nella passata edizione, la prima dell'era covid, ci ha permesso di implementare e migliorare sia l'organizzazione delle aree sia le modalità di gestione dell'afflusso del pubblico – spiega Umberto Bonanni, presidente dell'Associazione Beat 15 – . E la risposta del pubblico empolese è stata eccezionale, sia a livello di partecipazione che a livello di civiltà. Per questo un ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato e che hanno vissuto la manifestazione in pieno spirito Beat. Ci teniamo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito all'ottima riuscita della manifestazione. Un grazie è d’obbligo per tutti coloro che hanno garantito la sicurezza all’interno dell’area. A partire dalle forze dell'ordine, polizia e carabinieri, che hanno presidiato costantemente il parco e coordinato i controlli all'ingresso, passando poi per la Misericordia di Empoli, la Croce Rossa, le Pubbliche Assistenze e l'associazione Aeza. Grazie a chi ha collaborato con noi per animare le aree, tra questi Ernyaldisko. Ma anche a Fratres ed Anpas che con i loro spazi hanno sensibilizzato i giovanissimi su tematiche molto importanti. Un grazie speciale al team di Alia, che ha pulito in tempo reale il parco, come sempre con grande professionalità. E un grazie va infine ai nostri sponsor Tinghi Motors e Toscana Energia».

«Divertirsi con responsabilità. Questo era l’obiettivo del Beat 2021 e questo è quello che è stato – sottolinea il vicesindaco Fabio Barsottini –. Abbiamo voluto dare fiducia alle famiglie e ai ragazzi affezionati al festival mettendoli nelle condizioni di rispettare le norme anticovid e la cosa ha funzionato».

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole