Il Tirreno

Empoli

vinci 

Due giornate di celebrazioni per la liberazione di Vinci

L'attrice Silvia Bagnoli
L'attrice Silvia Bagnoli

La commemorazione ufficiale dell'anniversario si terrà giovedì 2 settembre A Sovigliana lo spettacolo di Silvia Bagnoli incentrato sulla figura di Teresa Mattei

31 agosto 2021
3 MINUTI DI LETTURA





VINCI. Il 2 settembre del 1944, la città e il territorio di Vinci vennero liberati dall'occupazione nazi-fascista. Per celebrare questo importante avvenimento, giunto al suo 77esimo anniversario, l'Amministrazione comunale di Vinci ha organizzato, insieme alla sezione locale dell'A.N.P.I. e alla Pro Loco di Sant’Amato, due giornate di celebrazioni.

La commemorazione ufficiale dell'Anniversario della Liberazione di Vinci avrà luogo giovedì 2 settembre a partire dalle ore 18.30 con la deposizione di una corona di alloro, da parte dell'Amministrazione comunale, presso il cippo di via M. D'Azeglio, in ricordo dei civili morti nei bombardamenti del 7 marzo del 1944. Alle ore 21 una seconda corona d'alloro verrà deposta al cippo presso il giardino “Luigi Einaudi” in via Empolese a Spicchio-Sovigliana. Infine, alle ore 21.30 sulla terrazza della Casa del popolo di Sovigliana si terrà lo spettacolo teatrale “Stai buona”, di e con Silvia Bagnoli, Costanza Bagnoli e Bettina Ferretti. L’ingresso è gratuito. Sul palco andrà in scena un monologo, estratto da un'opera di Silvia Bagnoli, incentrato sulla figura di Teresa Mattei, combattente partigiana che nel 1946, con l'elezione nelle liste del Pci, divenne la più giovane tra i componenti dell'Assemblea Costituente. Il testo teatrale tratta in modo semiserio tutti i pregiudizi che solitamente vengono rivolti alle donne che intendono impegnarsi in politica, un ambito che ancora oggi viene considerato di competenza solo degli uomini.

«La questione della parità di genere nella politica è molto dibattuta e quanto mai attuale– afferma l'assessore comunale alla Memoria, Mila Chini – Per questo è bene che se ne parli, per fare acquisire una maggiore consapevolezza sul tema, in modo da infrangere definitivamente i pregiudizi e giungere finalmente all'affermazione della parità tra uomini e donne nell'assunzione di responsabilità politiche. In oltre 70 anni il ruolo della donna in politica ha sicuramente acquisito maggior peso, con un numero importante di elette ai vari livelli istituzionali È importante, dunque, avere dei modelli femminili a cui le nuove generazioni possano ispirarsi. E Teresa Mattei, con il suo impegno politico per l'affermazione dei diritti delle donne e dei bambini, rappresenta un esempio da seguire».

La seconda giornata di celebrazione si svolgerà domenica 5 settembre con la tradizionale e partecipata “Camminata della Liberazione”. L'iniziativa, giunta alla 17esima edizione, prevede la partenza alle ore 15.30 dal “Passo alle croci” sul Montalbano, nei pressi della località di Sant’Amato. Come di consueto, ad attendere i partecipanti all’arrivo di Torre di Sant’Alluccio ci sarà la merenda preparata dalla Proloco di Sant’Amato. La partecipazione è gratuita. Per assistere allo spettacolo del 2 settembre e per partecipare alla Camminata della Liberazione del 5 settembre è obbligatoria la prenotazione contattando l'Ufficio turistico di Vinci, via telefono al numero 0571 933285, via email all'indirizzo ufficioturistico@comune.vinci.fi.it.


 

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione