Il Tirreno

Calcio: Eccellenza

Questo Cecina è già insaziabile: «Potevamo anche segnare di più»

di Michele Falorni
Questo Cecina è già insaziabile: «Potevamo anche segnare di più»<br type="_moz" />

Morale alle stelle in casa rossoblù dopo il poker rifilato alla Pro Livorno Sorgenti. Domenica in arrivo la Massese, una delle formazioni più ostiche della categoria

19 settembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





CECINA. È già un avvio di stagione stellare per lo Sporting Cecina. Alla seconda giornata del campionato di Eccellenza i rossoblù sfilano tre punti in trasferta e conquistano la prima vittoria del campionato 2023-2024. Sul campo della Pro Livorno Sorgenti, la squadra di mister Sebastiano Miano domenica pomeriggio ha dominato e vinto 0-4, confermando di aver trovato intesa e profondità nella manovra dopo il lavoro di preparazione.

Per sbilanciarsi in pronostici è ovviamente ancora presto, ma il successo esterno vale doppio, perché come gli appassionati sanno vincere lontano dal comunale è sempre complicato. Soprattutto quando, da matricole, si affrontano formazioni che conoscono bene la categoria. I tifosi al seguito del gruppo cecinese, al triplice fischio, hanno applaudito i ragazzi. Meglio di così non poteva finire, perché per il Cecina non è stata una settimana semplice. Domenica scorsa, esordio con il Tuttocuoio terminato senza reti, mercoledì ritorno del primo turno di Coppa Italia a Larderello e vittoria secca sulla Geotermica e infine, due giorni fa, questa sorpresa. Alzi la mano chi, prima che la contesa iniziasse, avrebbe scommesso su un punteggio così ampio. Difficile da credere, perché mister Sebastiano Miano e la sua pattuglia sono neopromossi e il torneo è impegnativo. Molto più della Promozione. Comunque: in 90 minuti e gli ospiti hanno scritto un’altra pagina del romanzo e si sono conquistati i meritati complimenti dei presenti.

«Il risultato è giusto e forse potevamo segnare ancora – commenta Filippo Bardini, centrocampista – anche perché dopo 20 minuti eravamo già in vantaggio di tre gol. Siamo partiti forte, non abbiamo dato ai padroni di casa nessuna possibilità di ragionare e, aggredendoli in modo costante e preciso, abbiamo siglato una rete dopo l’altra. Io ho gonfiato il sacco con un tiro rasoterra da fuori area, Mohamed Diagne ha sfruttato un cross e incornato bene la palla, poi è arrivata la doppietta di Matteo Pallecchi complice una punizione e una sassata in corsa. Dai nostri avversari, sono sincero, mi aspettavo qualcosa di più – ammette il giocatore cecinese – però è giusto sottolineare che a noi non è mancata la qualità nella manovra che alla fine del primo tempo è valsa lo 0-4 e ci ha permesso di mettere in cassaforte la vittoria. Nella ripresa il mister ha fatto alcuni cambi e noi abbiamo gestito le forze. Il momento è senza dubbio positivo e la vittoria prova che il gioco c’è: tocca a noi, una settimana dopo l’altra, mantenere la condizione, allenarci senza distrazioni e tenere il passo delle regine del girone. Domenica arriverà la Massese – conclude Bardini – è una delle formazioni più competitive dell’intero torneo, sarà una vera battaglia».

La classifica proietta i rossoblù al secondo posto, con quattro punti, dietro all’attuale capolista Lancillotto Campi (unica a punteggio pieno). Che aria tiri lassù è presto per dirlo, occorre qualche mese. La pressione è forte e nei quartieri alti, zona playoff, si sgomita già.


 

Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri