Il Tirreno

Una partita per ricordare Anwar nel giorno del suo compleanno

Una partita per ricordare Anwar nel giorno del suo compleanno

Tanto pubblico e commozione allo stadio Solvay in memoria del 18enne

25 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





ROSIGNANO. Sabato Anwar Megbli avrebbe compiuto 19 anni. Un destino tragico e crudele lo ha strappato alla vita troppo presto, frantumando i progetti di un adolescente che sognava di fare il calciatore. Ma quel 5 giugno scorso si è portata via tutto. Un incidente stradale mortale all’alba sulla variante Aurelia tra San Vincenzo e Donoratico e la scomparsa prematura di un ragazzo che viveva a Rosignano Solvay e che era in sella a uno scooter insieme a un amico. Era attaccante degli Juniores nazionali del Livorno, era stato aggregato alla prima squadra amaranto in parecchie occasioni, a testimonianza delle sue qualità, e si faceva ben volere dai compagni di squadra e dai tanti amici. Che non l’hanno mai dimenticato e per questo si sono dati appuntamento sabato sera allo stadio Ernesto Solvay.

La memoria di Anwar – che tutti chiamavano Dudi – andava onorata con una partita di calcio. La sua grande passione. Si è giocato una gara che non aveva valore meramente sportivo ma è andata in scena all’insegna del ricordo di un ragazzo bravo e apprezzato. Si sono dati appuntamento e sono scesi in campo ex compagni di squadra del Livorno ma anche di società delle quali Anwar Megbli ha vestito la maglia: Rosignano, Castiglioncello, Vada. C’erano anche amici che ora militano con il Tuttocuoio e il Cenaia. Chi giocava è sceso in campo indossando una maglietta bianca con il numero 10, il diez, quello preferito da Anwar. Tanto il pubblico presente sugli spalti e c’era anche una rappresentanza dei dirigenti dell’Unione Sportiva Livorno 1915.

Al centro del campo, al momento del saluto della squadra, è stata posizionata una grande foto del giovane scomparso. Poi c’è stato il lancio di palloncini di colore bianco, blu e amaranto e sono stati sparati anche dei piccoli fuochi d’artificio. La speaker dello stadio Mirella Ingratta ha curato la presentazione dei singoli giocatori e ha spiegato il perché di una serata che è stata all’insegna di una grande commozione. I compagni di squadra del Livorno hanno portato anche l’ultima divisa da gioco amaranto che Anwar Megbli ha vestito prima di rimanere vittima dell’incidente che lo ha portato via. È stato osservato anche un minuto di silenzio in memoria di un giovane indimenticabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il processo

Chiesti 3 anni 6 mesi per Lucarelli, Apolloni e tre amici: l’accusa di violenza sessuale

Sportello legale