Il Tirreno

Versilia

Mare

Versilia, il giorno dopo la bandiera blu a Fiumetto scatta il divieto di balneazione

di Luca Basile

	Il divieto di balneazione
Il divieto di balneazione

Il presidente dei balneari: «Capire una volta per tutte i problemi dei fossi»

16 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIETRASANTA. In attesa di issare il vessillo della Bandiera Blu sul pennone più alto del litorale, dalle parti della spiaggia di Fiumetto recita da sgradito protagonista un cartello con la dicitura “divieto di balneazione”.

Non proprio il massimo per una località che vive di turismo, di immagine e di certificazioni ad alto lignaggio ambientale. E invece la Marina deve ancora una volta fare i conti con valori ben oltre la soglia di enterococchi intestinali: il 19 aprile scorso il divieto, sempre a Fiumetto, era stato infatti innescato non solo dalla solita legione in eccesso di enterococchi, ma anche da parametri fuori controllo di escherichia coli.

Con lo stop alla balneazione che interessò, sempre un mese fa, anche una parte dello specchio di mare di Motrone. Oggi ci risiamo: con Fiumetto e con l’aggravante, che lascia perplessi anche se non troppo, del vedersi riconoscere proprio in questi giorni la dote della Bandiera Blu. Con una postilla di cui tenere conto: «La zona oggetto del divieto non rientra fra quelle assegnatarie della Bandiera Blu 2024», precisano dal Comune. E per quello che ne sappiamo non rientrava neanche in quelle del 2023. In poche parole, del vessillo tanto ambito si possono fregiare i punti di campionamento in mare posizionati all’altezza della Versiliana, di Tonfano e di Focette non le altre sedi marine, per intendersi Motrone e la foce del fosso Fiumetto che porta per altro in dote il poco ambizioso record di 2 stop alla balneazione registrati nel breve volgere di un mese.

E con la stagione balneare che, ancora, deve cominciare. «A seguito di prelievo di routine eseguito martedì 14 maggio, l’Agenzia regionale Arpat ha comunicato telematicamente al Comune di Pietrasanta la non idoneità alla balneazione delle acque alla foce del Fosso Fiumetto per una fascia pari a circa 20 metri di costa per ogni lato, dal centro del corso d’acqua. Le analisi – si legge in una nota del Municipio – hanno restituito valori di enterococchi intestinali superiori al limite consentito per legge. Il sindaco Alberto Giovannetti ha quindi firmato l’ordinanza che vieta temporaneamente la balneazione nei tratti di mare interessati. Il provvedimento sarà valido fino al ripristino delle condizioni di balneabilità con revoca immediata a seguito di verifica analitica positiva. L’amministrazione comunale, attraverso gli uffici competenti, ha subito richiesto l’esecuzione delle controanalisi».

E sempre fra oggi e domani conosceremo l’esito delle controanalisi in questione. «Questa volta non possiamo neppure ricercare le cause del divieto di balneazione nella pioggia che è di solito l’innesco alle varie problematiche – sono le parole di Francesco Verona, presidente del Consorzio Mare Versilia –. Il meteo, in questi ultimi giorni, è stato infatti buono e quindi lo stop ai tuffi in mare è notizia che ci sorprende e ci preoccupa. Bisogna capire, una volta per tutte, quali siano le cause dei problemi nei fossi e perché periodicamente ci ritroviamo a dovere fare i conti con divieti che danneggiano tutta una comunità che vive di turismo.

Siamo qui a fare i soliti discorsi, ma il punto è un altro: non si riesce a trovare una soluzione definitiva. E questo non va bene».


 

Le ultime
Il lutto

È morta l’”immensamente Giulia” delle Vibrazioni, il ricordo commovente di Sarcina: «Ora più che mai sei lucente armonia»