Il Tirreno

Versilia

Il caso

Viareggio, fanno sesso in chiesa mentre i fedeli aspettano la messa

Viareggio, fanno sesso in chiesa mentre i fedeli aspettano la messa

I due sono stati identificati e denunciati dalla polizia che è intervenuta

12 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. Italiani, entrambi sui 30 anni e tutti e due in stato di alterazione da alcol e forse anche altro: è l’identikit delle due persone che sabato pomeriggio hanno scelto l’interno della chiesa di Sant’Andrea, in pieno centro a Viareggio, per consumare atti sessuali.

I due, un uomo e una donna – che in mano avevano delle bottiglie di birra – si sono posizionati vicino al confessionale e hanno iniziato a fare ciò di cui sentivano l’esigenza. Del tutto incuranti del fatto che all’interno della chiesa vi fossero persone che erano in attesa dell’inizio della Messa, previsto per le 18,30.

I fedeli hanno subito avvisato il parroco di quanto stava avvenendo sotto i loro occhi increduli.

I due sono stati identificati e denunciati dalla polizia di Stato che è intervenuta.

Secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di due persone che vivono in strada, decisamente ubriache al momento in cui si sono presentate in un luogo che con ben altri comportamenti andrebbe affrontato e frequentato.

Un episodio che mette ancora più in evidenza il problema che vive il centro città, frequentato da persone che vivono in strada, che in strada dormono, litigano, chiedono l’elemosina con insistenza e spesso sono protagonisti anche di atti violenti come accaduto qualche giorno fa in via Cavallotti dove si trova l’unico dormitorio pubblico.

Nell’ottobre del 2011 la stessa chiesa di Sant’Andrea fu luogo di un fatto ben più grave, che scosse l’intera Versilia: un uomo si strappò gli occhi durante la Messa del mattino alla quale partecipava insieme alla madre. L’uomo, nonostante l’operazione, ha perso la vista in modo definitivo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
La sfida dell’energia

Geotermia in Toscana, la partita delle concessioni e degli extra profitti: oggi valgono 600 milioni all’anno

di Mario Neri
Cinema in Toscana