versilia
cronaca

Viareggio, Terrazza della Repubblica super vigilata. E i motorini si parcheggiano nei vialetti

Ogni giorno in bicicletta o con l’auto di pattuglia la Municipale controlla tutto il tratto ripavimentato. Per la sosta dei mezzi leggeri, scooter e biciclette è stata trovata una soluzione temporanea


22 giugno 2022 Giovanna Mezzana


Viareggio Seppure temporanea, una soluzione è stata trovata: chi frequenta gli stabilimenti balneari che si affacciano sulla Terrazza della Repubblica e raggiunge il mare in scooter o in bicicletta può parcheggiare il proprio mezzo lungo i vialetti della “fascia verde” che corre parallelamente al viale. Almeno per questa estate e fino al 15 settembre, come indicano i cartelli di recente spuntati: dopodiché sarà trovata una soluzione definitiva, con il secondo lotto di lavori che segue quello maxi – concluso – con cui si è ripavimentata tutta la Terrazza della Repubblica.

Sorvegliata speciale

In bicicletta o di pattuglia, agenti della polizia municipale monitorano quotidianamente la Terrazza della Repubblica per ricordare – nel caso ce ne fosse necessità – a viareggini, vacanzieri e fornitori delle imprese balneari che il gioiello appena ripavimentato – in travertino chiaro e scuro, lavorati a palladiana, e in marmo bianco – deve continuare a brillare a lungo; non a caso, i dieci neo agenti assunti “di rinforzo” alla polizia municipale per il periodo estivo sono impiegati anche e soprattutto su questo fronte: «È una polizia di prossimità – spiega il vicesindaco Valter Alberici – che per ora non sanziona ma piuttosto invita» a prendere le buone abitudini. È assolutamente vietato, è bene ricordarlo, salire con i mezzi sulla nuova pavimentazione.

Dove lascio il mezzo?

E se per automobili e furgoni da carico e scarico ci sono gli stalli lato viale, per i mezzi leggeri – motorini e biciclette – è stata trovata una soluzione alternativa. Nei vialetti che attraversano l’area verde che si innesta a mo’ di cuscinetto tra il tratto di passeggiata e il viale sono stati di recente piantati cartelli che indicano che lì si possono parcheggiare sia gli scooter che le due ruote senza motore. «Ci auguriamo che si tratti di una soluzione transitoria – dice Pietro Guardi del bagno Lelia – alla luce anche del fatto che tutta l’area verde, compresa la pista ciclabile, dovrà essere completamente ridisegnata. È opportuno prevedere stalli soprattutto per gli scooter – spiega – mentre per le biciclette pressoché tutti i bagni hanno spazi interni. E speriamo anche – conclude – che arrivino, il prima possibile, i famosi pilomat. Bisogna riconoscere, però, che, grazie al presidio giornaliero della polizia municipale e alla nuova gestione dei rifiuti, la Terrazza della Repubblica ha oggi una vivibilità ottimale».

Prossima tappa

Il vicesindaco Alberici assicura: «La soluzione per motorini e biciclette è temporanea. Con il secondo lotto di lavori, il cui cantiere aprirà entro la fine di ottobre, verrà rifatta tutta la fascia del verde, inclusa la pista ciclabile, e piazza Zara; e verranno previsti spazi adeguati di parcheggio per motorini e biciclette. Durante l’estate verrà monitorato il numero medio di mezzi leggeri parcheggiati, proprio per avere un’idea di quanti posti saranno necessari». l


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.