Il Tirreno

Shoah: Rampelli depone al Verano corona al Muro del deportato

27 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 27 gen. (Adnkronos) - "La Shoah ci costringe a guardare dritto all'orrore dell'umanità senza abbassare gli occhi. La dignità dell'uomo seviziata nella tragedia del popolo ebraico per la cieca furia nazifascista che ha insanguinato il '900, insieme a tutti i totalitarismi di ieri e al terrorismo di oggi, è di nuovo minacciata. I negazionismi, i riduzionismi, i giustificazionismi sono la breccia attraverso cui oggi divampa l'antisemitismo. Come ogni anno ci siamo recati a deporre una corona di fiori di fronte al Muro del deportato, monumento struggente presente all’interno del cimitero monumentale del Verano a Roma che vede scolpiti i nomi dei 2728 cittadini romani rastrellati e deportati nei campi di sterminio, dove quasi tutti morirono, osservando una pausa di silenzio per ricordarne il sacrificio". Lo ha affermato il deputato di Fratelli d'Italia e vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, partecipando con una delegazione di Fdi alla deposizione di una corona di fiori davanti al Muro del deportato presso il cimitero del Verano.
Primo piano
La storia

«Aiuto, sto per partorire in casa»: la paura e il lieto fine grazie alla corsa dei volontari di Livorno

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative