Il Tirreno

Basket: Mannion, 'a Varese mi sento già a casa, ho già legato con i compagni'

27 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Varese, 27 dic. - (Adnkronos) - "L’ambiente in cui sono arrivato è bellissimo. Sento già il supporto di tutti i tifosi e devo dire che mi sento come fossi a casa. È bello vedere come questa città viva di basket. In tanti mi hanno fermato per una foto o un autografo anche al supermercato. Fisicamente sto bene, ma ho ancora bisogno di un po’ di tempo per entrare in forma al 100% sia con le gambe che con il fiato, ma sono a buon punto". Così Niccolò Mannion nella sua conferenza stampa di presentazione da giocatore di Varese. "Il mio arrivo? È successo tutto molto in fretta; al mattino ho parlato con Luis Scola e dopo nemmeno 36 ore ero già in città -aggiunge la guardia azzurra-. Sono molto felice che tutto sia andato per il meglio. Qui ho trovato un ambiente unico, molto simile a quello americano; ho già legato con i miei compagni che mi hanno accolto molto bene. Da un punto di vista tecnico devo ancora assimilare bene tutti gli schemi, ma la strada è quella giusta. Con il coach Bialaszewski il rapporto è molto buono, stiamo parlando tanto; dopo il primo tempo a Pesaro mi aveva detto che peggio di così non potevo giocare. Fortunatamente poi le cose sono migliorate. Di lui mi piace la sua tranquillità, caratteristica che gli permette di relazionarsi al meglio con i giocatori. Scola lo avevo conosciuto a Novembre quando era venuto a Vitoria per il ritiro della maglia del Baskonia; dei miei compagni invece conoscevo già Woldetensae e Moretti con i quali ho avuto a che fare con la Nazionale. Italbasket? Sono sempre in contatto con coach Pozzecco".
Primo piano
Meteo

Maltempo in Toscana, la pioggia rallenta ma l’emergenza non è finita: famiglie evacuate e una nuova allerta, il punto della situazione

Le nostre iniziative