Il Tirreno

Depistaggio Borsellino: Pg, 'poliziotto Zerilli sta diventando l'uomo dei misteri'

28 novembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Caltanissetta, 28 nov. (Adnkronos) - "In data 15 novembre 2023 ho formulato un'altra richiesta alla Procura generale di Palermo, che sta trattando, come è noto, il processo per l'omicidio di Nino Agostino. In questo procedimento era stato sottoposto al padre della vittima un album fotografico per cercare di identificare dei soggetti che si erano presentati al signor Vincenzo Agostino come poliziotti. La numero 6 di queste foto ritrae Vincenzo Scarantino. Il verbale di identificazione fotografica su Scarantino è sottoscritto anche da Maurizio Zerilli che sta cominciando a diventare l'uomo dei misteri. Chiediamo di sapere perché era stato inserito anche Scarantino". Sono le prole del pm Maurizio Bonaccorso nel suo intervento all'udienza del processo d'appello sul depistaggio della strage di via D'Amelio. Alla sbarra tre poliziotti accusati di calunnia aggravata. Secondo la Procura avrebbero indotto il falso pentito Vincenzo Scarantino a rendere false dichiarazioni sulla strage di via D'Amelio. Di recente la procura di Caltanissetta ha notificato un avviso di conclusione delle indagini per depistaggio a quattro poliziotti. Gli indagati sono Maurizio Zerilli, Giuseppe Di Gangi, Vincenzo Maniscaldi e Angelo Tedesco, che nel processo di primo grado avrebbero reso false dichiarazioni.
Primo piano
La ricostruzione

Femminicidio a Barga, uccisa all'ultimo appuntamento: il coltello di Rambo, la separazione e quella volta che la casa bruciò

di Luca Tronchetti
Le nostre iniziative