Il Tirreno

Toscana

Informatica

Attacco hacker a Synlab (centri anche in Toscana), sul dark web i dati sanitari dei pazienti: cosa fare

Attacco hacker a Synlab (centri anche in Toscana), sul dark web i dati sanitari dei pazienti: cosa fare

L’azienda presa di mira dall'organizzazione cybercriminale “Black Basta”

15 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Attacco hacker a Synlab, una delle principali aziende sanitarie private con centri anche in Toscana. «Nel pomeriggio del 13 maggio 2024, l'organizzazione cybercriminale “Black Basta”, responsabile dell'attacco informatico, ha pubblicato in aree del dark web, informazioni sottratte illecitamente a Synlab, compresi documenti e dati personali. A seguito della pubblicazione dei dati da parte dell’organizzazione cybercriminale, Synlab si è attivata per l’analisi e l’identificazione dei dati oggetto di pubblicazione avvalendosi anche di fornitori specializzati del settore: considerate le complessità nella acquisizione dell’intero dataset attraverso il dark web l’attività potrà richiedere diverso tempo. Synlab è al lavoro per l’individuazione di differenti strategie che permettano di accelerare tali operazioni». È quanto si legge in una nota della società in cui si precisa che «dalle prime analisi condotte internamente, abbiamo potuto rilevare che tra i dati pubblicati vi sono anche dati personali relativi a certi nostri pazienti».

«All’esito dell’attività di analisi seguirà la classificazione dei dati pubblicati al fine di individuare i soggetti interessati, alla data attuale non singolarmente identificabili», prosegue Synlab che «continua a collaborare con le Pubbliche Autorità investigative competenti e si è attivata per integrare ulteriormente le notifiche preliminari all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati personali». 

L’azienda ha comunicato che si impegnerà ad «informare opportunamente i soggetti coinvoltiz. . Chi si occupa di sicurezza informatica consiglia però a chiunque abbia fatto esami da Synlab negli ultimi anni di inviare una mail di posta certificata all’indirizzo customerservice.italy@synlab.it oppure a uno degli indirizzi regionali disponibili a questo link, chiedendo se i propri dati siano stati rubati e diffusi.

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco