Il Tirreno

Prato

Il giorno del voto

Elezioni, istruzioni per l’uso: è ammesso anche il voto disgiunto

Elezioni, istruzioni per l’uso: è ammesso anche il voto disgiunto

Sabato 8 dalle 15 alle 23, domenica 9 dalle 7 alle 23. Come si rinnova la tessera elettorale

08 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Oggi dalle 15 alle 23 e domani dalle 7 alle 23 si terranno le votazioni per il rinnovo del Parlamento Europeo e le elezioni amministrative per eleggere il sindaco e il consiglio comunale.

Scrutinio. Per le elezioni europee lo scrutinio inizierà alle 23 di domenica, alla chiusura dei seggi. Mentre per le elezioni comunali lo scrutinio si svolgerà a partire dalle 14 di lunedì. L’eventuale ballottaggio che potrebbe interessare solo i comuni di Prato e Montemurlo, si svolgerà domenica 23 e lunedì 24 giugno.

Aventi diritto. Per le elezioni europee: nel comune di Prato sono chiamati alle urne 130. elettori, di cui 62.407 uomini e 68.064 donne, distribuiti su 179 sezioni elettorali. Per le amministrative: sono chiamati al voto 132.540 elettori, di cui 63.486 uomini e 69.054 donne, sempre distribuiti su 179 sezioni elettorali. La differenza del corpo elettorale tra europee e comunali è determinata dai residenti all’estero, che figurano nelle liste elettorali comunali in quanto cittadini italiani, ma che hanno fatto richiesta di voto nel paese di residenza.

Come si vota alle Europee. L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore rosso, con un massimo di tre preferenze scrivendo il nome il cognome o solo il cognome nelle righe poste al fianco della lista votata (il nome e cognome è necessario in caso ci siano candidati omonimi). Nel caso in cui vengano espresse più preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e terza preferenza. Non è permessa l’espressione del voto con indicazioni numeriche.

Come si vota alle comunali. L’elettore ha più opzioni: può tracciare il segno solo sul candidato alla carica di sindaco (il voto viene assegnato solo al candidato sindaco). Può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco oppure sia sul candidato sindaco che su una lista collegata (il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista). Può tracciare un segno sul candidato sindaco e un segno su una lista non collegata esprimendo un voto disgiunto (voto attribuito al candidato sindaco e alla lista non collegata). Può esprimere una preferenza scrivendo il cognome di un candidato al consiglio comunale sulla riga a fianco della lista prescelta di un altro candidato a consigliere purché siano di sesso opposto e appartenenti alla stessa lista. Alle comunali sono consentite solo due preferenze.

Documenti necessari. Per poter votare, l’elettore deve presentarsi al seggio con un documento di riconoscimento valido (carta d’identità, passaporto, porto d’armi o patente di guida) e con la tessera elettorale, verificando di avere spazi disponibili per la timbratura.

Tessera elettorale. Se la tessera elettorale risulta non più utilizzabile per esaurimento degli spazi o è deteriorata, il cittadino può rivolgersi all’ufficio elettorale comunale e chiedere il duplicato. Il duplicato si può ottenere anche se la tessera viene smarrita o rubata. Se l’interessato non può recarsi di persona può delegare un familiare o un convivente. L’ufficio di riferimento è l’anagrafe di piazza Cardinale Niccolò 13.  l

Primo piano
L’analisi

Astensionismo in Toscana, da Berlinguer a Vannacci perché alle Europee si vota sempre meno

di Libero Red Dolce e Federica Scintu