prato
cronaca

Un caso di meningite C all'ospedale di Prato, scatta la profilassi

Persone in fila per la profilassi al Dipartimento di prevenzione (foto Batavia)

Una donna di 27 anni è stata ricoverata con i sintomi dell'infezione da meningococco di tipo C e l'Asl ha confermato che si tratta della malattia infettiva. Lavora in una rosticceria del centro, nei giorni scorsi ha frequentato due discoteche e una palestra


14 gennaio 2016


PRATO. Caso di meningite di tipo C all’ospedale di Prato. Una donna di 27 anni è stata ricoverata nella serata di mercoledì 13 nel reparto di rianimazione. Nel primo pomeriggio di giovedì 14, l'Azienda sanitaria ha confermato che si tratta di un caso di meningite di tipo C (lo hanno accertato al laboratorio dell'Ospedale Meyer) e al Dipartimento di prevenzione di via Lavarone si sono presentate diverse persone per essere sottoposte ai controlli.

La donna ha lavorato fino a domenica 10 in una rosticceria del centro di Prato, poi si è presa qualche giorno di permesso. Secondo quanto appreso al Dipartimento di prevenzione, la donna negli ultimi giorni si era trasferita a casa del compagno. Nella serata di martedì 12 la donna ha accusato una forte febbre, che è stata curata con la Tachipirina, ma nella mattinata di oggi le sue condizioni sono peggiorate ed è stata portata in ospedale, dove le sono stati riscontrati i sintomi di una possibile meningite di tipo C, poi confermata.

Si è anche appreso che martedì sera la giovane aveva frequentato la discoteca Naif di via Traversa Pistoiese a Prato, mentre sabato sera la donna era stata insieme agli amici un una discoteca all'Osmannoro, il Momà, alle porte di Firenze, e nei giorni precedenti aveva frequentato la palestra Universo a Prato. Enorme, dunque, il lavoro che dovranno fare le autorità sanitarie per rintracciare tutti coloro che hanno frequentato le discoteche martedì e sabato, la rosticceria domenica e la palestra nei giorni precedenti e lunedì. Per quanto riguarda la rosticceria del centro, l'Asl dice che sta ancora facendo verifiche. Al Tirreno risulta da fonti certe che la giovane ha lavorato domenica mattina alla rosticceria di piazza San Marco e dunque chi avesse un dubbio sul possibile rischio di contagio può contattare i numeri e le mail indicati più sotto.

Questo il testo del comunicato diffuso nel pomeriggio dall'Azienda sanitaria.

"Confermata alle ore 14.30 di oggi la diagnosi di infezione da meningococco di tipo “C” dal laboratorio del Meyer. Si tratta di una paziente di 27 anni residente a Prato ricoverata in rianimazione al S.Stefano di Prato dalla serata di ieri. I sanitari hanno sospettato che si trattasse di sepsi da meningococco ed hanno immediatamente sottoposto la paziente ad adeguata terapia. In Toscana, quello di oggi è il quinto caso riscontrato nel 2016 . Nel 2015, sempre in Toscana sono stati registrati complessivamente 38 casi di cui 31 di tipo C, cinque di tipo B, uno di tipo W ed uno non tipizzato.

Il servizio di Igiene Pubblica del Dipartimento di Prevenzione di Prato ha immediatamente attivato le procedure per la profilassi e sta sottoponendo a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei giorni scorsi hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la ragazza.

E’ stata effettuata prontamente una inchiesta epidemiologica dalla quale è  risultato che la ragazza abbia frequentato i seguenti luoghi:

- la notte fra martedì  5  e mercoledì  6 gennaio 2016  la discoteca NAIF in via Traversa Pistoiese n.183 - Prato

- la notte fra sabato   9  e domenica  10 gennaio 2016 la discoteca MOMA’ in via Lucchese 84 Osmannoro

"Solo ed esclusivamente per chi ha frequentato questi locali in quelle date - spiega l'Asl - è raccomandata la profilassi antibiotica da assumere il prima possibile su indicazione medica. L’invito non riguarda coloro che hanno frequentato i locali in altre date. La ragazza, martedì 5 gennaio dalle 12.54,  giovedì 7 gennaio dalle 17.04 ha frequentato la Palestra Universo in viale della Repubblica 293 a Prato. Con probabilità la ragazza  ha frequentato la Palestra Universo anche lunedì 11 gennaio 2016 ( sono in corso verifiche). Nel caso della Palestra, la profilassi è indicata sempre e solo  nei contatti stretti con il caso. Si ricorda che i contatti dei contatti non devono sottoporsi a profilassi antibiotica".

"Per la profilassi antibiotica, gli interessati - aggiunge l'Asl - possono rivolgersi al proprio medico o pediatra di famiglia oppure al servizio di Igiene Pubblica via Lavarone n.3 Prato o del proprio Comune di residenza/domicilio. Si ricorda che la  profilassi dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata la vaccinazione antimeningococcica".

Dove rivolgersi:

Residenti nella provincia di Prato: Igiene Pubblica e della Nutrizione Via Lavarone n.3/5

Tel 0574- 805306/07/08 dalle ore 8.30 alle ore 16 da lunedì a venerdì, il sabato dalle ore 8.30 alle 13 -  notificheigiene@uslcentro.toscana.it

Residenti nel Comune di Firenze: Tel. 055- 6933753 / 765 / 555 dalle ore 08.30 alle ore15.30 malattieinfettive.firenze@asf.toscana.it

Per i comuni di: Bagno a Ripoli, Barberino Val d’ Elsa, Figline Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Impruneta, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’ Arno, Rufina, S.Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa.

Tel : 055-6534439 dalle ore  08.30 alle ore 13.30 malattieinfettive.sudest@asf.toscana.it

Per i comuni di: Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa, Vaglia

Tel: 055-6930346 dalle ore 08.30 alle ore 13.30 malattieinfettive.nordovest@asf.toscana.it

Per i comuni di: Barberino di Mugello, Borgo S. Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Londa S. Godenzo, Marradi, Palazzuolo sul Senio, S. Piero a Sieve, Scarperia, Vicchio

Tel 055- 8451513 / 521 / 607 dalle ore 08.30 alle ore 13.30 malattieinfettive.mugello@asf.toscana.it

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.