Il Tirreno

Pontedera

I Granata

Il Pontedera pronto a separarsi da molti dei suoi pezzi più pregiati

di Stefano Scarpetti
Il gol messo a segno da Angori nel corso del match contro l’Ancona (foto Silvi)
Il gol messo a segno da Angori nel corso del match contro l’Ancona (foto Silvi)

Calcio In attesa del sostituto di Canzi ecco cosa può succedere ai prestiti

16 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PONTEDERA. Situazione fluida in casa Pontedera per quanto concerne la scelta del successore di Max Canzi che venerdì ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava al Pontedera fino al 30 giugno del 2026.

Il suo futuro come noto si chiama Juventus Women anche se non c’è stata ancora l’ufficialità. Nei giorni scorsi il nome più concreto uscito è quello di Enrico Barilari, che ha altre offerte: oltre all’interessamento dell’Arezzo sembra esserci anche quello del Rimini visto il probabile addio di Emanuele Troise. In queste settimane sono molti il club in terza serie a cercare il tecnico per la prossima stagione, si susseguono molte voci non sempre corrispondenti alla realtà. Il club granata vuole prendersi il tempo che serve per fare la scelta migliore senza avere fretta.

Guardando alla rosa - come lo scorso anno - ci sono giocatori in prestito che a fine stagione torneranno alle società di proprietà per essere girati eventualmente ad altri club. I primi fra tutti sono Samuele Angori (sul quale ha messo gli occhi il Pisa) e Lorenzo Ignacchiti che torneranno all'Empoli. Esiste anche la possibilità in caso di retrocessione in Serie B degli azzurri che i due possono rimanere al club di Monteboro. Se la società del presidente Corsi riuscirà a mantenere la massima serie i due potrebbero andare altrove. Isaias Delpupo, che alla prima esperienza nel calcio professionistico ha segnato 10 gol, tornerà al Cagliari con un bagaglio di esperienza in più, non mancheranno anche per lui le offerte in categoria superiore. Torna in Sardegna che Ciocci, operato alla spalla: in pratica la sua esperienza sulle rive dell'Era è durata soltanto due mesi. Da valutare le posizioni di Calvani, Gagliardi ed Ambrosini, arrivati la scorsa estate con la formula del prestito dal Genoa, e quella di Peli dall'Atalanta. Tra l'altro lo sfortunato centrocampista ha riportato un grave infortunio nell'ultima giornata della stagione regolare a Carrara. Il centrocampista Lombardi tornerà dal prestito a Rimini. Fra i ritorni a casa madre ci sarà quello del centrocampista Leonardo Disegni dalla Sangiovannese, da capire se il club vorrà inserirlo in rosa oppure meno la prossima estate.



 

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole