Il Tirreno

Pisa

San Ranieri

Pisa, una notte magica: sogni ed emozioni con la Luminara. Dall’accensione alla Torre illuminata, le cose da sapere

di Roberta Galli
Pisa, una notte magica: sogni ed emozioni con la Luminara. Dall’accensione alla Torre illuminata, le cose da sapere

Tutto pronto per la sera clou del Giugno pisano: ci sono decine di eventi culturali

15 giugno 2024
5 MINUTI DI LETTURA





PISA. Il conto alla rovescia è iniziato. Torna domani sera (domenica 16) la magia della Luminara, il momento clou del Giugno pisano. Lo spettacolo sarà nuovamente garantito da 100mila “lampanini” a cera posizionati sui telai di legno dipinti di bianco, le cosiddette “biancherie”, che torneranno a illuminare le finestre, i balconi e le sagome dei 140 palazzi che si affacciano sull’Arno. La festa terminerà alle 23 con i tradizionali fuochi d’artificio, sparati dalle dieci postazioni allestite in Arno che illumineranno i lungarni vestiti a festa. Una grande serata dedicata al patrono della città, San Ranieri, tra riti e tradizioni che si perdono nella notte dei tempi. Quest’anno, tra le novità ci sarà il battesimo delle nuove biancherie, a cominciare da quella di Ponte di Mezzo, dedicata a San Ranieri, per finire con quella che incornicerà la chiesa della Spina, completamente restaurata. Gli allestimenti sono stati preparati in largo anticipo per consentite interventi ed eliminare eventuali “buchi” sui palazzi che si affacciano sul fiume. E poi ci saranno i nuovi “tappi” dei lumini più performanti, rispetto alle passate edizioni, collaudati nei mesi scorsi, a prova di vento e di pioggia.

Accensione

Intorno alle 15 entreranno in attività i circa 190 addetti che affiancheranno il personale del Comune e della ditta incaricata per iniziare, uno ad uno, l’accensione dei 100mila lumini sui lungarni, compresi tra il ponte della Cittadella e il ponte della Fortezza, fino ad arrivare all’ora dell’imbrunire quando, con lo spegnimento dell’illuminazione artificiale pubblica e privata, i lungarni inizieranno ad immergersi nella magica sera di San Ranieri.

Torre illuminata

Anche la Torre Pendente renderà omaggio al patrono con un’accensione straordinaria dal tramonto fino alle 1.30, mentre l’accesso alla Cattedrale sarà consentito fino alle 23.30 per permettere ai pisani di andare a pregare sulle spoglie del Santo patrono della città.

Palio di San Ranieri

Torna lunedì, giorno di San Ranieri, anche il palio remiero, promosso dal Comune. La gara viene disputata in Arno tra quattro equipaggi in rappresentanza dei quattro quartieri storici della città (San Francesco, San Martino, Santa Maria, Sant’Antonio). Ogni equipaggio è composto da otto vogatori, un timoniere ed un “montatore”. Quest’ultimo deve arrampicarsi su un pennone alto dieci metri, posto al traguardo su di una piattaforma galleggiante, e recuperare la bandierina che simboleggia la conquista del “Paliotto”. La partenza del palio, alle 19, avviene dalla sede dei Canottieri Arno. L’arrivo, dopo un percorso di 1.500 metri controcorrente, presso lo Scalo dei Renaioli. Una festa con tanti eventi collaterali.

Palazzo Blu

Il polo museale di lungarno Gambacorti sarà aperto in occasione della Luminara fino a mezzanotte. Per l’occasione sarà possibile visitare in particolare la mostra “Manuele Fior. Viaggio a colori”, a cura di Giorgio Bacci, e “Antico e moderno: Dolfo scultore nella dimora di Palazzo Blu”, curata da Ilario Luperini in collaborazione con l’archivio Dolfo. Lunedì, Palazzo Blu sarà aperto con orario festivo, dalle 10 alle 20. La mostra su Manuele Fior è un viaggio a colori attraverso le tavole originali di quattro graphic novel che coprono 15 anni di intensa attività creativa dell’illustratore. Le tavole appartengono alle opere “Cinquemila chilometri al secondo”, “L’Intervista”, “Celestia”, “Hypericon” e rappresentano una preziosa opportunità per entrare nell’affascinante mondo disegnato da Manuele Fior, uno dei maggiori talenti a livello internazionale nel campo del fumetto e dell’illustrazione.

Omaggio alla Torre

Da oggi e fino al 30 settembre nello spazio espositivo del Palazzo dell’Opera del Duomo si terrà la mostra “La Torre allo specchio. Le molte vite del Campanile del Duomo di Pisa”. Ideata e organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana in occasione degli 850 anni dalla posa della prima pietra del monumento, la mostra è curata di Stefano Renzoni. Attraverso oltre 100 opere, tra disegni, incisioni, dipinti, sculture e fotografie che vanno dal XIII secolo alla contemporaneità, la mostra intende illustrare come la percezione del Campanile più famoso del mondo sia cambiata nei secoli. Le arti figurative testimoniano quanto l’identità della Torre e il significato che le viene attribuito sia profondamente cambiato, con il cambiare della sensibilità e anche dei tempi. Tutti i venerdì sera dalle 20 alle 22.30 (ultimo turno alle 22) i residenti e gli studenti potranno entrare gratuitamente con prenotazione presso la cooperativa Impegno&Futuro.

Opere di Paolo Staccioli

È stata inaugurata ieri al Museo delle Navi Antiche la mostra “Paolo Staccioli. Un viaggiatore affascinato dall’antico”, organizzata da Castagneto Banca 1910 e allestita presso il Museo, collocando questo maestro contemporaneo in un luogo di grande fascino, presentando una ricca esposizione di ceramiche e bronzi. Sono i guerrieri, i viaggiatori, i cavalli, le imbarcazioni, le torri, gli straordinari vasi, gli elementi che vanno a delineare il “portolano” di Staccioli che si dipana nella sale del museo. La mostra può essere visitata fino al 21 settembre.

Il Gioco in festa

I colori delle magistrature di Tramontana del Gioco del Ponte sono pronti ad invadere i negozi di Borgo e San Francesco creando un’atmosfera magica in vista della sfida in programma il 29 giugno. Un’iniziativa della Parte Boreale in collaborazione con Confesercenti Toscana che renderà davvero speciale il principale asse commerciale di Tramontana. In questi giorni i negozi stanno allestendo le proprie vetrine con il materiale del Gioco che viene loro consegnato dal comando. «Un’iniziativa che vuole preparare ancora di più la città – spiega il generale di Tramontana Matteo Baldassari – alla sfida sul ponte, coinvolgendo le attività commerciali di Borgo e di via San Francesco. Una città che ormai respira l’aria della sfida e che si presenta anche ai turisti che già affollano il nostro centro storico in un modo ancora più particolare. Un grazie a Confesercenti Pisa ed al suo presidente Fabrizio Di Sabatino per aver accolto il nostro invito a collaborare».

Mura di giugno

Oggi e sabato prossimo, alle 18, anche le mura di Pisa si aprono agli eventi con una passeggiata a 11 metri di altezza ammirando le bellezze cittadine. Visite guidate a tema “Giugno pisano”. Doppia partenza alle 18 e alle 18.30 dalla Torre Piezometrica. Biglietto adulti: 8 euro, 3 euro per bambini fino a 8 anni. Informazioni e prenotazioni (1,50 euro diritto di prevendita) sul sito www.muradipisa.it oppure chiamando lo 0500987480 o presso la biglietteria della Torre Santa Maria negli orari di apertura.

top
 

Primo piano
Tennis

Wimbledon, si infrange il sogno di Jasmine Paolini: «Sono triste, ma devo sorridere. È stata una bella giornata»

Sport